Targhe alterne: oggi a Roma stop alle dispari, domani le pari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Targhe alterne a Roma oggi e domani. Com’era previsto non c’è stato alcun passo indietro da parte dell’Amministrazione Capitolina. La concentrazione delle polveri sottili nell’aria infatti ha obbligato le autorità a ricorrere al parziale blocco delle auto. Oggi restano a casa i veicoli con l’ultimo numero della targa dispari mentre domani toccherà alle pari.

A poco è servita la pioggia di ieri, che non è bastata a ripulire l’aria di Roma dai veleni che la infestano. Il divieto di circolazione nella Fascia Verde sarà attivo oggi e domani dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 15.30 alle 20.00. Ma non sarà l’unico provvedimento. Rimane comunque valido il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti nella Fascia Verde dalle 7.30 alle 20.30.

Un po’ di cifre. La città per il 13esimo giorno consecutivo ha superato i limiti delle polveri sottili consentiti dalla normativa, pari a 50 microgrammi per m3. I dati di ieri mostrano ben 10 centraline il cui rilevamento di PM10 è stato oltre il limite di sicurezza: Preneste, Francia, Magna Grecia, Cinecittà, Cavaliere, Fermi, Cipro, Tiburtina, Arenula e Malagrotta. Qui la tabella dell’Arpa Lazio con tutti i dati relativi alle polveri sottili.

Centraline – PM10

Preneste – 57

Francia – 56

Magna Grecia – 56

Cinecittà – 95

Villa Ada – 45

Guido – 29

Cavaliere – 51

Fermi – 63

Bufalotta – 47

Cipro – 53

Tiburtina – 73

Arenula – 58

Malagrotta – 55

Per quanto riguarda il superamento del valore limite di biossido di azoto, le situazioni più critiche sono state registrate dalle stazioni di Magna Grecia, Fermi, Tiburtina e Arenula.

Tutti a casa? Non proprio. Secondo quanto previsto dalle ordinanze sindacali rese note ieri, potranno circolare regolarmente i mezzi elettrici e ibridi, quelli a metano e a GPL, gli autoveicoli a benzina e diesel euro 5, i ciclomotori euro 2 e moto con motore 4 tempi euro 3.

I provvedimenti anti-inquinamento però non si esauriscono con il blocco delle auto. Anche l’utilizzo degli impianti di riscaldamento ha subito delle limitazioni. Spiega il Comune che gli impianti termici durante il periodo di funzionamento giornaliero consentito (massimo 8 ore), non potranno superare i valori massimi di 17-18 gradi in base alla classificazione degli edifici.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Targhe alterne, tornano a Roma domani e mercoledì

Smog: le polveri sottili uccidono più del fumo. A Roma muoiono oltre 1278 persone l’anno

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook