Qualita’ della vita 2013: è Trento la città dove si vive meglio. Maglia nera a Napoli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi abita a Trento, Bolzano e Bologna può sentirsi decisamente orgoglioso della propria città. È questo, infatti, il podio 2013 della consueta classifica del Sole 24 Ore “Qualità della vita“. Fanalino di coda, invece, sono Napoli e la sua provincia, che segnano un ulteriore peggioramento rispetto alla penultima piazza dell’anno prima.

Se Trento, spiega il Sole 24 Ore, costruisce il suo primato soprattutto nell’area del business, dove supera tutte le altre 106 province italiane grazie alla presenza di start up innovative e all’elevata occupazione femminile (si piazza quinta anche per gli aspetti demografici e nona per il tempo libero), il territorio partenopeo registra i suoi peggiori risultati, sempre oltre la centesima piazza, sotto gli aspetti del tenore di vita, della popolazione e degli affari.

Una performance negativa che è accompagnata da quella di gran parte del tutto Sud, che va a occupare gli ultimi 20 gradini con le province di Sicilia, Puglia e Calabria. Si vive bene, invece, a Belluno, in quarta posizione, e a, Siena, in quinta posizione. Chiudono la top ten Ravenna, Firenze, Macerata, Aosta, Milano.

In relazione alle maggiori aree metropolitane, sale Milano (decimo posto), che risulta prima nella tappa riferita al benessere, seguita come l’anno scorso da Trieste. Anche Roma è in crescita (ventesima posizione), Firenze (settima) e scende Torino, in fondo fino al 52imo posto.

LE MACROAREE – Tra le vittorie di tappa, relative alle singole sei macroaree, è Trieste a dominare nell’area dei servizi grazie al più alto indice di dotazione infrastrutturale e ad una buona dotazione di asili nido e nella velocità della giustizia civile. All’estremo opposto c’è Crotone. Piacenza, invece, vince per gli indicatori demografici, nella top ten con le colleghe emiliane Parma e Bologna. Ultimo finisce il Medio Campidano.

A Oristano, poi, c’è il più basso tasso di microcriminalità in assoluto e ad una bassa incidenza di denunce di furti in casa, estorsioni e truffe (le peggiori sono Pescara e Torino). Il miglior tempo libero? Si trascorre a Siena, grazie ai suoi volontari, alle librerie e al cinema. La città culturalmente più morta, infine, è Isernia.

qualita vita

Per vedere la classifica completa clicca qui

Per vedere la top ten clicca qui

Per vedere la mappa interattiva e scoprire la qualità di vita della tua città clicca qui

Roberta Ragni

LEGGI ANCHE:

Qualità della vita: è Bologna la città italiana dove si vive meglio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook