A Bari arrivano le multe per chi getta cicche e rifiuti dal finestrino dell’auto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Fino ad oggi gettare rifiuti dal finestrino dell’auto in corsa era un gesto di inciviltà da poco sanzionato anche dalla legge, ma mai realmente applicata. Iniziano ora ad arrivare contromisure per cercare di cogliere in flagrante e punire chi continuerà ad applicare questo comportamento. A Bari arrivano  speciali vigili “antidegrado” in borghese e le prime multe.

 Multe da 50 euro per chi sporca la città

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, pubblica con soddisfazione sulla sua bacheca Facebook l’operato dei vigili urbani che in un solo giorno hanno elevato tre multe da cinquanta euro a tre persone colte in flagrante nel gettare rifiuti dal finestrino della propria auto. Il primo cittadino della città di Bari, recentemente rieletto, ha commentato così l’accaduto, ricevendo numerosi complimenti dai suoi elettori:

“Avete presente quando dal finestrino dell’auto davanti a voi vedete spuntare una manina che con disinvoltura getta per strada un fazzolettino, un pacchetto vuoto, delle cicche o dei fogli accartocciati? Avete presente quel desiderio che vi prende di scendere dalla vostra macchina, di raccogliere quei rifiuti e di infilarli a uno a uno nell’abitacolo dello sporcaccione, magari aggiungendo qualche insulto bello pesante”

Il messaggio continua così:

“Ecco, per tutti quelli che come me hanno dovuto tenere a bada questa irrefrenabile voglia, c’è una buona notizia. Nella sola giornata di ieri, infatti, a Bari, sono state elevate ben tre multe da 50 euro nei confronti di questi eroi della sporcizia, colti in flagrante dai nostri vigili in borghese del gruppo anti degrado. Eh sì, perché va bene l’educazione civica, vanno bene le campagne di sensibilizzazione, ma ogni tanto una bella stangata sul portafogli sortisce il suo bell’effetto. Siamo convinti che la prossima volta questi tre insozzatori della città, prima di sporgere la loro manina dal finestrino e gettare rifiuti per strada, ci penseranno due volte”.

Il gruppo antidegrado a Bari

I vigili in borghese del gruppo antidegrado stanno lavorando da tempo a Bari appostati in macchine anonime dalle quali osservano il comportamento dei cittadini da lontano, anche grazie a binocoli. Già lo scorso aprile, il sindaco Decaro commentava soddisfatto le oltre 40 multe date a cittadini che non raccolgono gli escrementi del proprio cane.

Questo il post sulla sua bacheca, dove ha pubblicato una foto di uno dei vigili pronti a cogliere sul fatto gli incivili che non si fanno scrupoli a sporcare la città:

«Mentre ignaro passeggi, e guardandoti in giro furtivo, fischiettando, fingi di aver dimenticato la paletta e lasci gli escrementi del tuo cane sul marciapiede, sappi che a cento, duecento metri di distanza, invisibile, nascosto in una auto del tutto anonima, potrebbe esserci lui. È uno degli agenti del Gruppo Antidegrado, che pattuglia la città in incognito per beccare sul fatto gli insozzatori seriali dei nostri marciapiedi e delle nostre strade. Da quando questo gruppo è al lavoro in città le multe agli “zozzoni” sono state ben 42. Quindi stai molto attento. La prossima vittima potresti essere tu»,
avvisava Decaro lo scorso aprile.

Ti potrebbero interessare anche iniziative simili:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook