Io non butto: ecco come Milano combatte lo spreco alimentare creando alleanze tra negozi, scuole e volontari

Milano contro lo spreco alimentare

Lo spreco alimentare si combatte anche così, creando alleanze tra piccole aziende, scuole e volontari che ogni giorno, mossi dalla propria sensibilità, recuperano le eccedenze di cibo per donarle a chi ne ha bisogno. Perché si sa, i piccoli gesti contano molto più di quanto si pensi e la collaborazione è alla base di qualunque cambiamento.

Questa la filosofia che anima il nuovo progetto di CSV Milano, in collaborazione con Milan Center for Food Law and Policy e Corriere della Sera, contro lo spreco alimentare, intitolato “Io non butto“, in dialetto lombardo “Ghe n’è minga de ruera”, che letteralmente significa “non si butta via niente”.

Un network di microreti che includono aziende, negozi, organizzazioni non profit, botteghe già attive in città o in divenire, che vuole mappare le piccole realtà già impegnate in questa direzione e promuovere la nascita di nuove reti favorendo l’incontro fra enti non profit, piccola e media distribuzione.

Il tutto per recuperare pasti avanzati dalle mense, ed eccedenze alimentari dei negozi, e donarli ai bisognosi, in linea con gli obiettivi dell’agenda 2030 dell’ONU.

Lo scopo è anche dare visibilità alla cittadinanza che ogni giorno si impegna a fare la differenza, piccole realtà virtuose che vanno premiate e che ci si augura, siano di buon esempio per altre.

Chiunque decida di aderire al progetto può beneficiare di:

  • “consulenze su come realizzare attività di donazione o recupero delle eccedenze;
  • scambi con altre reti attive;
  • aggiornamenti e formazione sulle prassi e sulle norme;
  • condivisione di buone pratiche e materiali.”

Sono già arrivate adesioni dalle scuole, come la primaria Aldo Moro di Canegrate, la Cucina sociale Beteavon, il Tavolo della povertà, la Comunità di Quintosole. E se anche voi siete una piccola realtà milanese intenzionata a fare la differenza, il sito di riferimento è il seguente: www.csvlombardia.it.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

 

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

tuvali
seguici su Facebook