Case in vendita a 1 euro a Bisaccia: il borgo in provincia di Avellino si pubblicizza sulla CNN

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Case in vendita a un euro nella speranza di ripopolare il paese. Accade a Bisaccia, in provincia di Avellino, entroterra campano, dove l’amministrazione ha deciso di vendere immobili di sua proprietà a prezzi stracciatissimi, sulla falsariga di molti altri piccoli comuni italiani.

È infatti accaduto già a Zungoli e a Teora, nella stessa Irpinia, ma anche in Sicilia e in Sardegna: per tutti l’obiettivo è sempre stato quello di salvare le case antiche dalla rovina e ripopolare quartieri ormai disabitati.

E, pare strano, questa è una prospettiva davvero allettante per molti americani che vorrebbero abbandonare tutto e iniziare una nuova vita altrove. Dell’iniziativa di Bisaccia, che aveva lanciato il bando per una prima manifestazione di interesse già lo scorso agosto, ora ne parla anche la CNN.

bisaccia

In questi giorni, infatti, un’intervista del vicesindaco Francesco Tartaglia alla tv statunitense ha confermato, con un lungo reportage, il forte interesse a stelle e strisce per il borgo dell’Irpinia orientale. Le case messe in vendita sono collegate tra loro e in alcuni casi con accesso principale in comune. Per questo il vicesindaco esorta a un acquisto di tipo familiare.

Qui affrontiamo una situazione molto particolare – dice Tartaglia. La [zona] abbandonata si estende in tutta la parte più antica del villaggio. Le case abbandonate sono raggruppate insieme, una accanto all’altra lungo le stesse strade”.

Come di consueto, anche in questo caso gli acquirenti dovrebbero impegnarsi a rinnovare le proprietà, ma a differenza di altre città, non vi è alcun livello di investimento o periodo di tempo dichiarato per completare il lavoro. La risorsa vincente di Bisaccia è di fatto che le autorità locali posseggono tutte le case vuote abbandonate anni fa da residenti che sono fuggiti in cerca di un futuro più roseo.

bisaccia irpinia case

Un tempo fiorente centro feudale noto per la produzione di lana e gli artigiani, Bisaccia fu duramente colpita dall’emigrazione. Una serie di gravi terremoti, in ultimo quello del 1980, hanno accelerato il declino della popolazione. Ora, l’Amministrazione comunale non si ferma ed è seriamente intenzionata a implementare ulteriormente il numero di vani in un prossimo bando.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook