Duba DP/Shutterstock

Case a 1 euro a Taranto: bis dell’iniziativa per ripopolare la Città Vecchia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La formula per ripopolare borghi e quartieri disabitati e degradati delle città svendendo gli immobili si rivela sempre vincente. L’ultimo comune italiano ad adottarla è Taranto che, per riqualificare la Città Vecchia, ha offerto sette immobili al prezzo simbolico di un euro.

Il primo bando, ormai concluso, ha riscosso un grande successo e così il Comune ha deciso di rilanciare l’iniziativa mettendo in vendita altre cinquanta abitazioni, in nove differenti edifici storici della città.

Anche questa volta la risposta della cittadinanza non si è fatta attendere e ieri mattina un folto numero di potenziali acquirenti ha avuto modo di visitare gli immobili in un tour tra le vie più suggestive del capoluogo pugliese.

“Continuiamo a registrare tanto interesse per la nostra città non solo a livello locale, ma anche da investitori esteri. Taranto torna a essere attrattiva, è una città che sta programmando i prossimi mesi, nonostante il Covid, che organizza grandi eventi come SailGP a giugno, con gli alberghi già sold out, che continua a cambiare partendo proprio dalle sue radici urbanistiche, dall’Isola, che stiamo recuperando e che rappresenta un modello di sostenibilità che consentirà all’intera città di farcela. Vedere decine di persone che passeggiano alla scoperta di immobili e ricchezze nascoste tra i vicoli è veramente il coronamento di tanti sforzi”, ha commentato il sindaco della città, Rinaldo Melucci.

Gli immobili inclusi in questo secondo bando si trovano in Via Garibaldi, Via Pentite, Via Cava, Via Duomo, Vico Trappeto, Vico Secondo Santi Medici, Arco San Giovanni, Largo San Nicola. Verranno ceduti al prezzo simbolico di un euro, a patto che il nuovo proprietario si impegni a ristrutturarli, recuperarli e renderli nuovamente funzionali entro un anno dall’acquisto. (Leggi anche: Questo è il vero costo della ristrutturazione delle case a 1 euro).

“L’amministrazione guidata da Rinaldo Melucci rilancia, puntando ancora sullo sviluppo socio-economico della Città Vecchia. Una realtà urbana, la nostra Isola Madre, scelta da turisti che hanno deciso di essere stanziali e godere della bellezza dei nostri vicoli, intrisi di storia. Investire in questa scommessa significa recuperare le nostre radici, ma significa soprattutto costruire il futuro di Taranto”, ha dichiarato Francesca Viggiano, assessore al Patrimonio.

Tutte le informazioni per partecipare sono disponibili sul sito del Comune di Taranto: c’è tempo fino al 30 giugno 2021.

Fonte di riferimento: Comune di Taranto

Leggi anche:

  • Case in vendita a 1 euro a Taranto: l’iniziativa per salvare l’antico borgo di Isola Madre
  • Case a 1 euro: la lista dei borghi di Italia che hanno bisogno di essere ripopolati
  • Case a 1 euro anche a Laurenzana, bellissimo borgo in Basilicata
  • Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
    Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
    Seguici su Instagram
    Seguici su Facebook