Cacca di cane: un test del DNA per risalire ai colpevoli. Succede davvero a Napoli (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vita breve per i padroni zozzoni dei quartieri chic di Napoli. L’abitudine incivile dell’imbrattamento del suolo pubblico con deiezioni canine, che provoca danni sia al decoro urbano che alla salute pubblica, verrà combattuta attraverso l’esame del DNA.

Non è fantascienza, ma quanto stabilito dall’ordinanza per la “Prevenzione della fecalizzazione canina sul territorio metropolitano” firmata dal sindaco De Magistris. Se in Spagna la rispediscono al mittente, la cacca di cane del Vomero verrà analizzata con l’esame del dna.

Secondo la nuova misura alla “CSI”, tutti i proprietari dei cani residenti o dimoranti nella Municipalità VOMERO – ARENELLA sono obbligati a sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’esame del DNA.

Il prelievo, che è gratuito, dovrà essere effettuato esclusivamente presso l’Ospedale Veterinario dell’ASL NA 1 Centro, sito alla Via M.Rocco di Torre Padula, entro e non oltre 60 giorni dalla nascita o dal possesso del cane, fermo restando l’obbligo dell’identificazione con microchip previsto dalla vigente normativa.

Chiunque ometta di sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’esame del DNA è punito con una sanzione amministrativa da € 25,82 a € 154,94. È in questo modo che una task force ad hoc, formata da vigili urbani e di personale Asl, potrà raccogliere un campione delle feci abbandonate sui marciapiedi, portarlo al laboratorio, far estrarre il profilo genetico e risalire al “colpevole”.

In città, e non solo, è ovviamente polemica. Mentre i vigili si sentono indignati e sembra si siano rifiutati di raccogliere le cacche, i cittadini continuano a chiedersi se sia davvero questa la priorità di una città problematica come Napoli, dove primeggiano insicurezza e illegalità e riecheggia ancora l’emergenza “monnezza”. Ma la domanda più frequente, nemmeno a dirlo, è: quanto ci costerà questa trovata? E riuscirà davvero a sconfiggere il problema degli umani maleducati?

Roberta Ragni

LEGGI anche:

Cacca di cane “express”: in Spagna la rispediscono al mittente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook