Bergamo e Biella nominate città Creative Unesco per la gastronomia e l’artigianato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Aumentano le città Creative Unesco d’Italia! Bergamo e Biella si aggiudicano, infatti, l’una per la gastronomia e l’altra per l’artigianato, il titolo di “laboratori di idee e pratiche innovative” in grado di dare “un contributo tangibile al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile attraverso pensieri e azioni innovativi”.

È quanto deciso dal direttore generale dell’Unesco, Audrey Azoulay, che ha designato ben 66 città come “città creative” che, grazie al loro impegno, promuovono azioni di sviluppo sostenibile a beneficio diretto delle comunità a livello urbano.

Con Bergamo (per la città è il secondo riconoscimento dopo quello delle Mura che cingono Città Alta), per la gastronomia, e Biella, per l’artigianato tessile, si allunga a 11 la lista di città italiane creative dell’Unesco (in tutto il mondo sono 246). Le altre città italiane Creative sono Bologna (musica), Fabriano (artigianato e arte popolare), Roma (cinema), Parma (gastronomia), Torino (design), Milano (letteratura), Pesaro (musica), Carrara (artigianato e arte popolare) e Alba (gastronomia).

biella

Biella

In tutto il mondo, queste città, ognuna a suo modo, fanno della cultura il pilastro, non un accessorio, della loro strategia afferma – Audrey Azoulay. Ciò favorisce l’innovazione politica e sociale ed è particolarmente importante per le giovani generazioni“.

Tutte hanno una missione comune: porre la creatività e l’economia creativa al centro dei loro piani di sviluppo urbano per rendere le città sicure, resistenti, inclusive e sostenibili, in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

Le nuove 66 città Creative Unesco nel mondo sono:

  • Afyonkarahisar (Turchia) – Gastronomia
  • Ambon (Indonesia) – Musia
  • Angoulême (Francia) – Letteratura
  • Areguá (Paraguay) – Artigianato e arte popolare
  • Arequipa (Perù) – Gastronomia
  • Asahikawa (Giappone) – Design
  • Ayacucho (Perù) – Artigianato e arte popolare
  • Baku (Azerbaijan) – Design
  • Ballarat (Australia) – Artigianato e arte popolare
  • Bandar Abbas (Iran) – Artigianato e arte popolare
  • Bangkok (Thailandia) – Design
  • Beirut (Libano) – Letteratura
  • Belo Horizonte (Brasile) – Gastronomia
  • Bendigo (Australia) – Gastronomia
  • Caldas da Rainha (Portogallo) – Artigianato e arte popolare
  • Cebu City (Filippine) – Design
  • Essaouira (Marocco) – Musica
  • Exeter (Regno Unito) – Letteratura
  • Fortaleza (Brasile) – Design
  • Hanoi (Vietnam) – Design
  • Havana (Cuba) – Musica
  • Hyderabad (India) – Gastronomia
  • Jinju (Repubblica di Corea) – Artigianato e arte popolare
  • Kargopol (Federazione Russa) – Artigianato e arte popolare
  • Karlsruhe (Germania) – Media Arts
  • Kazan (Federazione Russa) – Musica
  • Kırşehir (Turchia) – Musica
  • Kuhmo (Finlandia) – Letteratura
  • Lahore (Pakistan) – Letteratura
  • Leeuwarden (Olanda) – Letteratura
  • Leiria (Portogallo) – Musica
  • Lliria (Spagna) – Musica
  • Mérida (Messico) – Gastronomia
  • Metz (Francia) – Musica
  • Muharraq (Bahrain) – Design
  • Mumbai (India) – Film
  • Nanjing (China) – Letteratura
  • Odessa (Ucraina) – Letteratura
  • Overstrand Hermanus (Sud Africa) – Gastronomia
  • Port of Spain (Trinidad e Tobago) – Musica
  • Portoviejo (Ecuador) – Gastronomia
  • Potsdam (Germania) – Film
  • Querétaro (Messico) – Design
  • Ramallah (Palestina) – Musica
  • San José (Costa Rica) – Design
  • Sanandaj (Iran) – Musica
  • Santiago de Cali (Colombia) – Media Arts
  • Santo Domingo (Repubblica Dominicana) – Musica
  • Sarajevo (Bosnia e Herzegovina) – Film
  • Sharjah (Emirati Arabi Uniti) – Artigianato e arte popolare
  • Slemani (Iraq) – Letteratura
  • Sukhothai (Thailandia) – Artigianato e arte popolare
  • Trinidad (Cuba) – Artigianato e arte popolare
  • Valladolid (Spain) – Film
  • Valledupar (Colombia) – Musica
  • Valparaíso (Cile) – Musica
  • Veszprém (Ungheria) – Musica
  • Viborg (Danimarca) – Media Arts
  • Viljandi (Estonia) – Artigianato e arte popolare
  • Vranje (Serbia) – Musica
  • Wellington (Nuova Zelanda) – Film
  • Wonju (Repubblica di Corea) – Letteratura
  • Wrocław (Polonia) – Letteratura
  • Yangzhou (Cina) – Gastronomia

Leggi anche:

Germana Carillo
Cover: Bergamo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook