bike_a_bee

Bike-a-bee è il nome del progetto ideato da una giovane statunitense al fine di avvicinare gli abitanti di Chicago all’universo dell’apicoltura con particolare attenzione a tematiche quali l’ecologia, la sostenibilità e la condivisione. L’apicoltura convenzionale ha probabilmente avuto un ruolo nella moria delle api che nel corso degli ultimi decenni ha interessato diverse parti del mondo, non da ultime la California e la stesa Europa, potrebbero dunque rivelarsi utili alla salvaguardia della api nuove proposte di apicoltura locale, su piccola scala.

Condivisione degli spazi verdi cittadini, implementazione dell’agricoltura urbana e mobilità sostenibile sono le parole d’ordine alla base dell’idea a cui la venticinquenne Jana Kinsman ha contribuito a dare vita nel corso delle ultime settimane. Chicago avrà presto i propri alveari, che saranno situati all’interno di spazi quali gli orti urbani in condivisione destinati alla comunità ed altri spazi verdi adatti allo scopo. Sarà la stessa Jana a prendersi cura degli alveari ed a ricavare da essi il miele, spostandosi da un luogo all’altro utilizzando come mezzo di trasporto esclusivo la propria bicicletta.

L’idea di Jana è nata dopo aver trascorso un periodo ad Eugene, in Oregon, presso la Blessed Bee Apiary School, dove, grazie agli insegnamenti di un apicoltore impegnato nella diffusione degli alveari in ambiente urbano, ha avuto modo di apprendere tutte le nozioni e le pratiche necessarie a prendersi cura delle api e della raccolta del miele. A seguito della propria esperienza positiva, Jana ha deciso di riproporre un esperimento simile nella propria città, fondando il proprio progetto su di un’attenzione all’ambiente ancora maggiore, sostituendo cioè, ai comuni veicoli utilizzati dagli apicoltori per gli spostamenti, la propria bicicletta, che da alcuni anni è per lei il mezzo di trasporto privilegiato lungo tutto il corso dell’anno, anche nel gelido inverno di Chicago.

Allo scopo di finanziare il proprio progetto, Jana, come spiega nella sua intervista all'Huffington post ha deciso di sottoporre la propria idea agli utenti di Kikcstarter, la piattaforma di raccolta fondi destinati a progetti creativi più attiva del mondo. Attraverso di essa, Jana spera di riuscire a raccogliere i 7000 dollari necessari all’acquisto di tutto il materiale che le occorrerà, compreso un piccolo rimorchio da collegare alla propria bicicletta, che le permetterà di spostarsi da un alveare all’altro in maniera completamente eco-friendly.

L’ideatrice si attende che la comunità di Chicago non si dimostri generosa soltanto nella raccolta fondi (coloro che avranno contribuito riceveranno in cambio proprio il miele che le api produrranno), ma soprattutto nell’accoglienza sul territorio delle stesse api e degli alveari, spinta dalla curiosità di osservare la vita di tali insetti e dalla volontà di conoscere quanto il fenomeno dell’impollinazione sia importante per l’agricoltura.

Marta Albè

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram