Milano: scattato il piano d’emergenza contro lo smog. Forse domenica un altro blocco del traffico

blocchi traffico

Il blocco del traffico milanese di domenica scorsa non ha funzionato e i livelli di pm10 restano ancora troppo alti. Ma davvero? Complice il clima, avaro di piogge e venti, le centraline dell’Arpa hanno fatto registrare anche ieri un’altra giornata di smog eccessivo, che supera i limiti fissati dalla legge.

Ma questa è cronaca di tutti i giorni: secondo i report dell’Arpa infatti, nella città di Milano, il mese di gennaio ha registrato livelli di inquinamento accettabili solo per tre giorni, mentre per venti giorni consecutivi lo smog ha superato costantemente la soglia di tolleranza.
Per questo si parla di ricorrere nuovamente al blocco del traffico domenicale, anche se con diverse modalità, che lo renderanno meno rigido rispetto a quello di domenica scorsa.

Al momento, per evitare un peggioramento ulteriore della situazione, il Comune ha attuato il secondo punto del piano d’emergenza contro lo smog e ha fermato la circolazione nel centro della città a tutti quei veicoli normalmente sottoposti a pedaggio antismog; via libera invece per tutti i veicoli benzina Euro 3, Euro 4, Euro 5 e i diesel Euro 4 con filtro antiparticolato e Euro 5.
Inoltre, come previsto, il sindaco ha ordinato di abbassare di un grado la temperatura dei riscaldamenti negli edifici pubblici.

In breve, ancora misura palliative, forse perché, come denuncia l’opposizione: “La Moratti pensa alle elezioni e fa marcia indietro sui divieti”.

mediterranea crema

Mediterranea

Inquinamento atmosferico, conseguenze e rimedi per la pelle del viso

trocathlon320

Trocathlon

Come vendere e acquistare attrezzatura sportiva usata per aiutare l'ambiente

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram