blocco_traffico_Torino

Dopo Milano, anche Torino - la città più inquinata d’Italia – è alle prese con lo smog urbano e con le polveri sottili che hanno oltrepassato i limiti consentiti. Per questo domenica prossima scatterà il blocco del traffico, dalle 10 alle 18, che riguarderà la città e tutti i Comuni circostanti dell’area metropolitana.

L’unica differenza rispetto ai blocchi del 2010 è la possibilità – data alle singole amministrazioni locali - di valutare e decidere di fermare il traffico solo nel centro storico o in tutta la città, in base alle disponibilità organizzative ed economiche.

Insomma, il 2011 non ha portato nulla di nuovo: vecchi problemi e vecchie soluzioni, con tutto il concerto di polemiche che da sempre accompagnano questi provvedimenti.
La necessità di bloccare il traffico torinese – a detta di chi sostiene l’iniziativa – è nata soprattutto dall’analisi dei dati sullo sforamento dei Pm10 (le polveri sottili pericolosissime per l’apparato respiratorio) che nei primi 25 giorni di gennaio sono arrivati a 17. Considerata l’alta pressione meteorologica, che pare continuerà anche nei prossimi giorni, gli amministratori locali hanno deciso di invocare il blocco del traffico: panacea palliativa di tutti i mali dell’inquinamento atmosferico in città.

Il quadro normativo di riferimento data al 2007, avvieremo un confronto con la Regione”, ha detto Roberto Ronco, assessore provinciale all’Ambiente.
Forse è il caso di aggiornarlo?

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog