polveri_sottili

Le polveri ultrasottili provenienti dai motori diesel ogni anno provocano in Italia centinaia di morti e migliaia di malattie cardiorespiratorie irreversibili. Con dei costi sanitari esorbitanti per tutti cittadini. A rivelarlo è Nomisma, che in occasione del convegno Vert dedicato al trasporto sostenibile, ha presentato i risultati di una ricerca sulle morti provocate dalle polveri sottili.
Secondo lo studio, le elevate quantità di PM10 nell’atmosfera sono la causa di 5.876 decessi ogni anno. Di questi, “'534 sono riferibili ai tumori maligni della laringe, della trachea, dei bronchi e dei polmoni'', ma ''se si considerano gli effetti acuti relativi a malattie del sistema circolatorio e respiratorio'' il numero sale a 953.

 


Roma è la città dove si muore di più per l’inquinamento, con 1.508 decessi l’anno, segue Milano, con 906, e Torino, con 813. Tra le città che registrano i peggiori risultati ci sono anche Bologna, Verona e Padova, ma in generale è tutta la pianura padana a soffrire l’inquinamento dato dalle polveri sottili.
Tra le città meno coinvolte dal fenomeno delle polveri sottili, e quindi meno pericolose per la nostra salute, troviamo invece quelle del sud d’Italia: Bari (130 decessi l’anno), segue Messina, con 124, e Catania, con 110.

Ma qual è la soluzione?
Da quanto è emerso dal convegno, il filtro antiparticolato è in grado di abbattere più del 99,8% delle polveri ultrasottili; l’efficacia sembra provata da alcuni studi e test internazionali, mentre i costi di realizzazione sono piuttosto bassi.

Intanto la spesa sanitaria per far fronte a chi si ammala di inquinamento continua a salire: solo a Roma, Milano e Bologna, nel 2007, si sono spesi 6,4 milioni di euro per ricoveri dovuti a patologie derivanti dall’inquinamento di polveri sottili e solo nella Capitale la spesa ha toccato i 3,8 milioni.

Intanto il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha promesso un intervento per limitare la circolazione di mezzi pesanti nelle aree a rischio.
Molto più incisivo il presidente dei Verdi, Angelo Bonelli, che ha definito ridicole le promesse del ministro, che “non si è opposta al taglio dei 150 milioni di euro stanziati dal governo Prodi per la riforestazione e riqualificazione delle aree a più alto degrado ambientale. È quindi necessario un piano per la mobilità pubblica”.

“I dati confermano quello che sosteniamo da anni – ha continuato Bonelli - le morti per smog sono veri e propri omicidi di Stato che avvengono nell’indifferenza”.

Verdiana Amorosi


 

geronimo stilton

G.Stilton testimonial per Conad

Il popolare topo è testimonial del concorso di scrittura sull'ambiente organizzato da Conad con il WWF. Scopri perché

Orticolario 2018

Fiera Orticolario 2018

Dal 5 al 7 ottobre a Villa Erba (lago di Como) apre la fiera per un giardinaggio evoluto. Tutti gli eventi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram