smog milano

Come si vive nelle regioni italiane? Sotto il profilo ambientale molto male in Lombardia, Piemonte, Emilia e Veneto. Qui infatti si respira l'aria peggiore, con effetti sulla salute non trascurabili. Sono questi i dati ricavati dall'Indice del benessere regionale dell'Ocse. Oltre a misurare l'Indice della qualità di vita dei Paesi (l'Italia è alla 26esima posizione), sono state esaminate anche le varie regioni dei 34 stati, realizzando un confronto a livello internazionale.

In generale, in termini di salute, l'aspettativa di vita alla nascita nel nostro paese è di quasi 83 anni, tre anni superiore alla media Ocse, e per le donne arriva a 85 anni, contro i 80 per gli uomini. Si vive a lungo, ma si potrebbe vivere ancora di più e meglio se la qualità dell'aria non fosse in costante peggioramento.

Secondo l'Ocse, infatti, il livello di PM10 atmosferico, le minuscole particelle inquinanti abbastanza piccole da entrare nei polmoni, è di 20,6 microgrammi per metro cubo, leggermente superiore alla media OCSE, pari a 20,1 microgrammi. Ma vediamo regione per regione, chi ha ottenuto i voti migliori e chi invece è stato “rimandato a settembre” sotto il profilo ambientale. Il sito permette di selezionare la regione e mostra da una parte il voto ottenuto per ciascun settore in una scala che va da 0 a 10, e dall'altra la posizione in classifica.

Secondo l'OECD Regional Well-Being, ad avere ottenuto una sonora bocciatura, tutt'altro che inaspettata, sono state Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna per la cattiva qualità dell'aria e l'elevata presenza di polveri sottili. La Lombardia si è piazzata in coda con voto Zero nella categoria ambiente, con un indicatore della qualità dell'aria pari a 26,7 di PM2.5.

Ocse lombardia

A seguire il Piemonte, con voto 0,6 e livelli di PM2,5 pari a 21,1 e l'Emilia Romagna, che non arriva al 2 in pagella, insieme al Veneto per via di un 23,8 µg/m³ di PM2,5. Altrove, a raggiungere gli stessi livelli sono stati l'Alsazia in Francia, la regione di Jeolla in Corea, l'area di Flemish in Belgio e la Carinzia, in Austria.

Ocse piemonte

Ribaltando la classifica, in testa, tra i primi della classe troviamo la Sardegna, che non eccelle ma che guadagna un 7 in pagella se si considera la qualità dell'aria (8,8 di PM 2,5).

A seguire le Marche e la Basilicata sul podio. Al quarto posto l'Umbria.

In generale, mettendo a confronto i dati delle regioni sotto tutti i profili, è emerso che in Italia si sta meglio nell'Alto Adige, paragonabile alla qualità della vita dell'Inghilterra orientale, dell'Assia tedesca e dell'Ontario, in Canada. Il Lazio è invece simile alla Borgogna e a Madrid, la Calabria è paragonabile a Creta, alle Asturie, all'Algarve, la Sicilia a Creta e alle Isole Egee, all'Andalusia, al Portogallo del Nord e alla parte centrale dell'Irlanda.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

BLI: dall'OCSE l'indice che analizza la felicità e il benessere dei Paesi in un click

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram