ecosistema_urbanoÈ stato presentato ieri da Legambiente il XVI° rapporto sulla vivibilità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani, Ecosistema Urbano, un dossier realizzato in collaborazione con l'Istituto di ricerche Ambiente Italia e il Sole24Ore che ogni anno valuta la sostenibilità ambientale delle 103 città /provincie italiane.

In particolare attraverso alcuni indicatori, vengono valutati i carichi ambientali, la qualità delle risorse, la capacità di gestione e tutela ambientale di ciascun capoluogo di provincia. Anche se la complessiva "qualità ambientale" di una città è frutto di molteplici fattori, non sempre misurabili, il rapporto di Legambiente si pone come obiettivo quello di calcolare in qualche modo "la febbre ambientale delle città". Un termometro della sostenibilità, insomma, più che un Oscar alla qualità ecologica complessiva, che quest'anno incorona Verbania in vetta alla classifica, seguita da Belluno e Parma. Bene anche le performance di Bolzano e Siena a cui si contrappongono gli "eco-risultati" negativi di Catania, maglia nera assoluta, Crotone, Agrigento, Frosinone e Caltanisetta, adagiate di contro sul fondo della graduatoria.

Anche quest'anno dunque sono i comuni del centro-Nord a primeggiare, tant'è che bisogna attendere la 34° posizione per incontrare Salerno, prima provincia del Mezzogiorno in classifica. Un Mezzogiorno che continua purtroppo a detenere il monopolio del fondo della graduatoria, anche se, quest'anno, a fargli compagnia, alcune new entry del Nord, come Como (86°) o Imperia (87°).

Un Italia ancora una volta divisa in due, quindi, tra il Settentrione "lepre" e il meridione "tartaruga" anche se, in generale, rispetto agli altri anni passati si registra ovunque una battuta d'arresto nelle politiche ambientali urbane e una scarsa attenzione alle opportunità di crescita offerte da una migliore gestione dei rifiuti, della mobilità e dell'energia.

Resta poco attraente per i cittadini il trasporto pubblico e le isole pedonali sono rimaste praticamente le stesse rispetto lo scorso anno (0,35 mq per abitante) come pure la congestione da auto che rimane stabile a quota 64 vetture ogni 100 abitanti. Ad essere diminuite sono le zone a traffico limitato, mentre un piccolo aumento dell'1% si è registrato sul fronte dell'efficienza della depurazione. Un po' meglio quello dei rifiuti e della raccolta differenziata che incrementa di un 2,79% anche se l'insieme delle città è fermo al 27, 19%, ben lontano dalla quota del 50% che andrebbe assicurata entro il 2009.

E un po' come nella classifica del Benessere, sono i piccoli centri a primeggiare anche in questa graduatoria. Tra le metropoli italiane, la più alta in classifica è Milano al 46° posto che migliora nella riduzione delle emissioni di CO2 per passeggero del trasporto pubblico, più che dimezzate. Segue Roma, 62°, che guadagna otto posizioni rispetto allo scorso anno con lievi miglioramenti nello smog e nel trasporto pubblico. A Torino, 77° aumentano le piste ciclabili, ma diminuiscono gli spazi destinati ai pedoni e alle ztl, mentre Napoli, si assesta in 89° posizione, a conferma che i problemi storici del capoluogo partenopeo non accennano a migliorare.

Pos

Città

2008

Pos

Città

2008

Pos

Città

2008

1

Verbania

36

Ferrara

19°

71

Benevento

100°

2

Belluno

37

Pordenone

62°

72

Teramo

55°

3

Parma

38

Firenze

15°

73

Sondrio

41°

4

Bolzano

39

Campobasso

38°

74

Oristano

77°

5

Siena

40

Potenza

73°

75

Lucca

56°

6

Trento

41

Bergamo

20°

76

Reggio C.

90°

7

Savona

42

Matera

97°

77

Torino

72°

8

La Spezia

43

Chieti

59°

78

Treviso

71°

9

Bologna

18°

44

Modena

42°

79

Vicenza

76°

10

Gorizia

39°

45

Forlì

36°

80

Avellino

82°

11

Mantova

12°

46

Milano

49°

81

Lecce

84°

12

Livorno

24°

47

Vercelli

67°

82

Foggia

79°

13

Cuneo

30°

48

Brescia

25°

83

Caserta

37°

14

Venezia

10°

49

Sassari

65°

84

Ragusa

102°

15

Aosta

29°

50

Rimini

63°

85

Catanzaro

93°

16

Perugia

14°

51

Piacenza

26°

86

Como

21°

17

Prato

52

Verona

75°

87

Imperia

78°

18

Ravenna

13°

53

Novara

69°

88

Vibo V.

80°

19

Cremona

40°

54

Padova

64°

89

Napoli

88°

20

Pavia

16°

55

Grosseto

46°

90

Palermo

98°

21

Terni

31°

56

Pesaro

61°

91

Latina

95°

22

Genova

11°

57

Massa

89°

92

Nuoro

68°

23

Trieste

50°

58

Rovigo

58°

93

Siracusa

92°

24

Ancona

34°

59

Ascoli P.

33°

94

Viterbo

85°

25

Pisa

17°

60

Lodi

51°

95

Isernia

57°

26

Asti

52°

61

Bari

60°

96

Messina

74°

27

Macerata

28°

62

Roma

70°

97

Enna

96°

28

Reggio E.

23°

63

L'Aquila

43°

98

Trapani

99°

29

Cagliari

35°

64

Arezzo

48°

99

Caltanissetta

94°

30

Lecco

44°

65

Pescara

47°

100

Frosinone

103°

31

Biella

53°

66

Taranto

66°

101

Agrigento

81°

32

Rieti

27°

67

Cosenza

45°

102

Crotone

91°

33

Udine

22°

68

Alessandria

86°

103

Catania

101°

34

Salerno

83°

69

Pistoia

54°

35

Varese

32°

70

Brindisi

87°

Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2008) Elaborazione: Ambiente Italia

Per tutti i dettagli, Legambiente ha reso disponibili "le pagelle" e le schede di rilevazione utilizzate nel dossier per ogni capoluogo comune di Provincia che sono consultabili in ordine alfabetico qui.

Simona Falasca


monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram