Zoo di Napoli: parte azionarato popolare per acquistare il polo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Azionariato popolare per acquistare il polo Edenlandia/zoo. È questa l’iniziativa partita proprio dai cittadini di Napoli, che vogliono riappropriarsi degli spazi della loro città, e pubblicizzatada La Napoli Che Vogliamo, associazione che vuole favorire la solidarietà e la condivisione cercando di aiutare la crescita economica, culturale e di qualità della vita degli inabitati di una delle città più belle e più importanti al mondo.

Come tutti sanno, qualche giorno fa una società inglese che si era impegnata all’acquisto, per la somma di 1 milione di euro, del polo Edenlandia/zoo, ha rinunciato! Questo è l’ennesimo schiaffo alla nostra città e, soprattutto, ai nostri bambini! Cavalcando lʼidea, alla base del progetto La Napoli che Vogliamo, di riappropriarci della nostra città e del nostro futuro in modo responsabile e condiviso intendiamo costituire una società ad azionariato popolare che acquisti lʼimpresa Edenlandia/Zoo“, si legge nell’annuncio che illustra l’iniziativa.

Come aderire a questa proposta? Basta prenotare subito una o più azioni della costituenda società destinata ad acquisire l‘Edenlandia e lo zoo: “la prenotazione non vale l’acquisto ma l’impegno ad acquistare le azioni al momento della costituzione della società, stabilita tra 60 giorni, soltanto se si sarà raggiunta una somma congrua per effettuare un’offerta alla curatela che gestisce la vendita. Il costo di ogni azione è pari a 5 (cinque) euro“, scrive ancora l’associazione.

zoo di napoli2

Questi 5€ hanno grandi poteri: possono portare il sorriso ai bambini, creare posti di lavoro e dare un segno importante alla collettività, oltre al fatto che un domani potrebbero anche diventare 10€, 20€, 30€ grazie alla divisione degli utili. Si può aderire all’operazione inviando un email allʼindirizzo [email protected], scrivendo il nome, cognome, numero di azioni che si intenderebbe sottoscrivere ed un indirizzo email.

Per firmare la petizione clicca qui

Roberta Ragni

LEGGI anche:

Zoo di Napoli, stop all’esercizio. Ora bisogna proteggere gli animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook