@Adam Oswell/Wildlife photographer of the year 2021

Wildlife Photographer of the Year 2021: le foto vincitrici più belle e significative

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’anno scorso vinse la tigre siberiana di Sergey Gorshkov, quest’anno il primo premio del Wildlife Photographer of the Year 2021 se lo è aggiudicato “Creation” del biologo francese Laurent Ballesta.

Lo scatto subacqueo ritrae delle cernie mimetiche intente a depositare le uova. Evento di per sé raro, accade una volta all’anno, oggigiorno ancora più eccezionale visto che la specie è in via di estinzione a causa della pesca eccessiva. 

Non meno spettacolari e uniche sono le foto vincitrici delle diverse categorie in gara. Da Elephant in the room di Adam Oswell, fotografia che fa luce su una terribile forma di intrattenimento diffusa negli zoo della Thailandia, a Head to head di Stefano Unterthiner, dove protagonista è il testa a testa fra due maestose renne.

Ecco alcuni degli scatti vincitori più belli e significativi di questa edizione del prestigioso concorso fotografico.

Creation di Laurent Ballesta

Ci sono voluti ben 5 anni di immersioni diurne e notturne per scattare “Creation”, la fotografia vincitrice dell’edizione 2021, che ritrae delle cernie, animali in via di estinzione a causa della pesca eccessiva, nel momento della deposizione delle uova. Evento raro che si verifica durante la Luna Piena di Luglio, solo una volta all’anno. La fotografia è stata scattata dal biologo Laurent Ballesta, accompagnato dal suo team, nelle acque della laguna di Fakarava, nella Polinesia francese. -Un’immagine sorprendente, energica e intrigante- , l’ha definita Rosamund “Roz” Kidman, presidente della giuria, di -una bellezza ultraterrena.-

Elephant in the room di Adam Oswell

Elephant in the room, by Adam Oswell

@Adam Oswell/Wildlife photographer of the year 2021

I visitatori di uno zoo, in Thailandia, guardano un giovane elefante mentre si esibisce sott’acqua. Uno “spettacolo” che mette i brividi ma che, purtroppo, continua ad attirare molti turisti. La fotografia, vincitrice della categoria “Photojournalism”, fa luce su questa orribile forma di intrattenimento turistico, che viene spesso spacciata come educativa. Una tortura a cui gli elefanti non dovrebbero mai più essere sottoposti.  

Head to head di Stefano Unterthiner

Stefano Unterthiner

@Stefano Unterthiner/Wildlife photographer of the year 2021

Quest’anno tra i vincitori, nella categoria “Behaviour: Mammals”, c’è anche l’italiano Stefano Unterthiner con il suo “Head to head”. Scatto che ritrae due renne delle Svalbard intente a sfidarsi in battaglia. 

High-flying jay di Lasse Kurkela

High-flying jay, by Lasse Kurkela, Finland

@Lasse Kurkela/Wildlife photographer of the year 2021

In questa foto di Lasse Kurkela, una meravigliosa ghiandaia siberiana vola sulla cima di un abete rosso per riporre il suo cibo. Uno scatto che fa emozionare. 

Grizzly Remains di Zack Clothier

Vincitore della categoria “Animals in their Environment” è lo scatto di Zack Clothier che ritrae un orso grizzly accanto ai resti di un alce maschio. Immortalato da una fototrappola posizionata mesi prima nelle vicinanze dell’alce. Questo è stato l’ultimo fotogramma catturato dalla fotocamera. 

The spider room di Gil Wizen

The spider room, by Gil Wizen

@Gil Wizen/Wildlife photographer of the year 2021

Impressionante “The spider room” di Gil Wizen. Protagonista uno dei ragni più velenosi del mondo insieme ai suoi piccoli. Grazie alla prospettiva forzata, il ragno errante Brasiliano, grande come una mano, sembra davvero gigante. 

Cool time, from land time for sea bears di Martin Gregus

Martin Gregus

@Martin Gregus/Wildlife photographer of the year 2021

Ad aggiudicarsi il “Rising Star Portfolio Award” quest’anno è stata la fotografia di Martin Gregus che ritrae due orsi polari mentre giocano e si rinfrescano in una giornata estiva. Insieme sembrano formare un cuore. Simbolo, secondo Gregus, dell’affetto che li lega e dell’amore che tutti noi dovremmo provare per il mondo naturale. 

The intimate touch di Shane Kalyn

The intimate touch, by Shane Kalyn

@ Shane Kalyn/Wildlife photographer of the year 2021

Due corvi ritratti in un momento di intimità, durante il corteggiamento, sono i protagonisti dello scatto di Shane Kalyn, vincitore della categoria “Behaviour: Birds”.

Reflection di Majed Ali

Reflection, by Majed Ali

@Majed Ali/Wildlife photographer of the year 2021

Dopo 4 ore di lungo cammino, Majed Ali ha raggiunto Kibande, gorilla di montagna di quasi 40 anni, e lo ha fotografato, con gli occhi chiusi, mentre si rinfrescava sotto la pioggia. Uno scatto talmente delicato ed emozionante che si è aggiudicato la vittoria nella categoria “Animal Portraits”.

Dome home di Vidyun R Hebbar

Dome home, by Vidyun R Hebbar

@Vidyun R Hebbar/Wildlife photographer of the year 2021

Tra i vincitori più giovani si è aggiudicato la vittoria lo scatto “Dome home” di Vidyun R Hebbar, per la categoria “Young Wildlife Photographer of the Year”. Protagonista un ragno sulla sua tela, fotografato a Bangalore, in India. A fare da sfondo c’è un colorato risciò. 

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

FONTI: Wildlife Photographer of the Year

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook