Strage di volpi volanti in Australia: uccise in massa dal caldo record

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Volpi volanti uccise dal caldo torrido che in questi giorni si sta abbattendo in Australia. Mentre negli Stati Uniti si sperimentano gelo e neve, con temperature rigide al di sotto della norma, dall’altra parte del mondo, l’estate australiana è una delle più torride con temperature da record, addirittura al di sopra dei 47°C. Non succedeva da 80 anni.

E i risultati di questo clima estremo sono evidenti. Domenica scorsa, più di 400 volpi volanti sono morte all’interno di una sola colonia, probabilmente a causa di una grave disidratazione. È successo a Campbelltown, a sud-ovest di Sydney.

La Help Save the Wildlife and Bushlands in Campbelltown campaign ha pubblicato su Facebook una serie di immagini che mostrano i corpi dei poveri animali, stremati e uccisi dal grande caldo. Alcuni erano esemplari giovani.7

I volontari hanno lavorato a lungo per salvare gli animali, reidratarli e portarli in luoghi dove potevano stare più freschi. Le temperature a Sydney hanno raggiunto il record storico degli 80 anni di 47.3C di domenica.

Cate Ryan, uno dei primi volontari arrivati a Campbelltown, ha detto:

“Ho visto molti pipistrelli morti sul terreno, altri erano vicini al terreno e morivano davanti a me. Non ho mai visto nulla di simile prima.”

volpi volanti1
volpi volanti2
volpi volanti4

Il gruppo della campagna pubblica regolarmente anche informazioni sul perché la protezione della specie è così importante per l’habitat locale.

“Le volpi volanti sono intelligenti e straordinarie. Questi animali unici aiutano a rigenerare le nostre foreste e mantengono sani gli ecosistemi attraverso l’impollinazione e la dispersione dei semi. Non usano il sonar come i piccoli pipistrelli che mangiano insetti; solo i loro occhi e orecchie, come noi” spiega la Help Save the Wildlife and Bushlands in Campbelltown campaign. “Se vogliamo mantenere sano ciò che resta delle nostre foreste, abbiamo bisogno delle volpi volanti.”.

LEGGI anche:

Sydney sta fronteggiando una delle estati più caldi del secolo. La scorsa domenica è stata il giorno più caldo dal 1939, le temperature hanno superato i 47°C a Sydney, alle 15. L’ennesima conferma del fatto che il clima sia alterato. E i cicli naturali difficilmente possono essere l’unica causa.

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook