Vivisezione: anche il Brasile verso l’abolizione dei test cosmetici sugli animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In Brasile si fa un passo avanti nella lotta contro la sperimentazione sugli animali. Un progetto di legge che vieta l’uso di animali per test cosmetici, profumi e articoli di igiene personale nello stato di São Paulo è stato appena approvato dai deputati, che lo scorso mercoledì, 11 Dicembre, hanno scelto di seguire la stessa strada di Israele, India ed Europa (dove, però, aumenta il numero di animali impiegati secondo le statistiche della Commissione UE).

Sull’onda dei fatti della notte del 17 Ottobre 2013, quando in Brasile alcuni manifestanti hanno invaso l’Instituto Royal, a circa 60 Km da Sao Paulo, e liberato 200 animali, tra cani beagle e conigli, il desiderio di dire basta alle sperimentazioni sugli animali di gran parte della popolazione brasiliana potrebbe presto venire realizzato, almeno in parte.

Tutto dipende, adesso, dal parere del Governatore Geraldo Alckmin, che ha 15 giorni di tempo per approvare. “Sono stato con il governatore e gli ho comunicato che il progetto è stato approvato. Ora lo leggerà e farà le sue analisi, ma non credo che ci saranno veti, dato che quello che è successo all’Instituto Royal ha reso palese che questo è il volere della società civile”, ha detto il deputato Feliciano Filho, autore del progetto 777/2013.

Filho, che è presidente del comitato antivivisezionista dell’Assemblea, ha discusso la questione il 29 ottobre, in occasione di un’audizione pubblica. Qui i partecipanti, tra cui illustri membri della comunità scientifica brasiliana, hanno elencato i numerosi metodi sostitutivi alla vivisezione, ma anche le reali difficoltà nel sostituire l’uso di animali. Una su tutte è il fatto che in Brasile è proibito il commercio di tessuti umani, che servono come cultura per il test.

Per il deputato, però, questi problemi sarebbero risolti: esiste già una vasta gamma di aziende cosmetiche che non fa sperimentazione animale. Se il progetto verrà approvato, sarà compito delle società che stanno ancora utilizzando test su animali per i prodotti cosmetici sbrogliare la matassa dei metodi alternativi.

Roberta Ragni e Daia Florios

LEGGI anche

Instituto Royal come Green Hill: liberati in Brasile centinaia di beagle (video)

Vivisezione: aumentano animali usati per la ricerca. Tutte le statistiche dell’Ue
India: primo paese asiatico a vietare test cosmetici sugli animali
Test cosmetici sugli animali: da oggi stop in tutta Europa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook