Veterinaria uccide gatto con arco e freccia e se ne vanta su facebook (VIDEO e PETIZIONE)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ha ucciso un gatto con arco e freccia e ha postato le foto sul web. Sembra incredibile ma è quanto accaduto in Texas, dove la veterinaria Kristen Lindsey ha pubblicato una foto di un micio morto con una freccia che gli sporge dalla testa, vantadosi di esserne l’autrice.

La didascalia recita:

“La mia prima uccisione, lol. L’unico buon gatto randagio è quello con una freccia in testa! Premio come veterinario dell’anno… accettato volentieri”.

Il povero sfortunato ‘gatto randagio’ in realtà si chiamava Tiger, 6 anni, animale di famiglia di una coppia di anziani che era scomparso qualche giorno prima.

kristen

Subito è nata la pagina Facebook dal titolo “Giustizia per Tiger”, per chiedere che Lindsey fosse punita per questo orribile crimine. Al suo interno le foto di Tiger e un video che il proprietario del gattino aveva pubblicato su YouTube nel mese di novembre:

La clinica veterinaria Washington Animal Clinic a Austin ha deciso di licenziarla in tronco, spiegando attraverso un comunicato di essere “addolorata e turbata dalle azioni di questo individuo e ricordiamo residenti del Texas che questo comportamento non riflette la professione veterinaria e i veterinari che si sforzano di incarnare le parole del giuramento veterinario ogni giorno”.

Lindsey successivamente ha rimosso la sua pagina Facebook. Lo sceriffo della Contea di Austin Jack Brandes ha trasmesso il caso al procuratore distrettuale. E l’associazione Alley Cat Allies sta offrendo 7.500 dollari di ricompensa per prove che portino all’arresto e alla condanna del responsabile dell’uccisione. Perché purtroppo una foto su Facebook potrebbe non essere sufficiente.

Intanto su Change è nata la petizione per chiedere di radiarla dall’albo per la sua crudeltà.

Per firmare clicca qui

Roberta Ragni

Leggi anche:

Maltrattamenti sugli animali: commessi da oltre il 14% degli adolescenti italiani

Oscar, il gattino torturato salvato dal web. Condanna esemplare in Francia (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook