Strage di uccelli in New Mexico, morti centinaia di migliaia di esemplari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Centinaia di migliaia di uccelli stanno morendo negli Stati Uniti, nello stato del New Mexico, e non si sa ancora perché. Sono immagini allarmanti quelle che arrivano dagli Usa dove sta accadendo qualcosa di tremendo e inedito.

Gli abitanti del New Mexico da settimane segnalano il ritrovamento di decine e decine di uccelli morti  o moribondi alle autorità locali. All’inizio sembravano eventi sporadici ma ormai le cifre sono enormi e iniziano a far paura visto che si parla di centinaia di migliaia.

Gli scienziati si sono messi al lavoro per cercare di capire quale possa essere la causa di questa strage. I residenti del New Mexico hanno riferito di aver visto animali senza vita su ovunque, sui campi da golf, nelle aree escursionistiche e nei quartieri residenziali. Ma non solo. Gli abitanti hanno raccontato di insolite morie di gruppo o di uccelli vivi che mostrano comportamenti letargici e insoliti, come non mangiare, volare basso o radunarsi a terra e essere investiti dai veicoli.

“Sembra un numero senza precedenti e molto elevato”, ha detto a KOB, affiliato della NBC ad Albuquerque, Martha Desmond, docente del dipartimento di pesca, fauna selvatica ed ecologia della conservazione della New Mexico State University.

Anche se è impossibile dare una stima precisa, per la prof. Desmond si parla 300mila animali morti, ma forse anche milioni.

In un video pubblicato da Las Cruces Sun News, il giornalista Austin Fisher mostra un ammasso di uccelli morti scoperto durante un’escursione il 13 settembre scorso nella contea settentrionale dello stato di Rio Arriba.

Diverse agenzie stanno indagando sugli eventi, tra cui il Bureau of Land Management e il White Sands Missile Range, un’area in cui si effettuano test militari.

Le carcasse raccolte dai ricercatori di Las Cruces saranno inviate ai laboriatori per le analisi ma i risultati potrebbero arrivare tra settimane.

Non è chiaro agli scienziati perché si stia verificando questa moria di massa ma per la prof. Desmond le cause potrebbero essere  diverse, tra queste il fronte freddo che ha colpito il New Mexico la scorsa settimana o le recenti siccità ,a non ci sono certezze. E’ probabile anche le morti siano legate agli incendi che stanno devastando la parte occidentale degli Stati Uniti, dalla California all’Oregon:

“Potrebbe esserci stato qualche danno ai polmoni di questi uccelli. Gli incendi potrebbero averli spinti fuori presto, quando non erano pronti per la migrazione. “

Secondo Desmond, gli incendi potrebbero aver costretto gli uccelli a iniziare la migrazione prima che avessero accumulato abbastanza grasso per fornire energia per il volo.

Il Dipartimento della pesca e della fauna selvatica dell’Oregon ha dichiarato su Twitter che “non si sa molto sull’impatto del fumo e degli incendi sugli uccelli”.

L’unica certezza è che stanno morendo in massa. Gli scienziati stanno chiedendo al pubblico di segnalare altri avvistamenti di uccelli morti in un database online per cercare di scoprire al più presto le cause della loro fine.

Fonti di riferimento: eu.lcsun-news,  NBCNews, MyODFW

LEGGI anche:

Centinaia di uccelli trovati morti sulle spiagge di Sydney e la colpa è solo nostra

Quella strana moria di germani e anatre: rischio epidemia anche per l’uomo?

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook