Uno splendido “tsunami” di tartarughe marine a rischio estinzione ha invaso le coste brasiliane

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come la pioggia dopo un lungo periodo di siccità, come un pasto caldo dopo una fredda giornata d’inverno. Così un vero e proprio tsunami di tartarughe ha letteralmente travolto le sponde del fiume sudamericano Purus, un affluente del Rio delle Amazzoni, in Brasile. Se già questa sembra una bella notizia, aspettate. Le migliaia di tartarughe Arrau (Podocnemis expansa) nate lungo il fiume appartengono a una specie in via d’estinzione.

Un bellissimo regalo di Natale arriva un po’ in anticipo dall’altra parte dell’oceano. Siamo in Brasile dove nei giorni scorsi la Wildlife Conservation Society (WCS) ha assistito a un evento straordinario, documentato anche con foto e video.

Decine di migliaia di piccoli di tartaruga gigante sudamericana o Arrau sono nate su una spiaggia sabbiosa in un’area protetta lungo il Rio Purus. Un momento davvero emozionante che la stessa WCS ha definito “tsunami di tartarughe”, durato per giorni. In un solo giorno sono nati circa 71mila piccoli, seguiti da alitri 21mila nei giorni successivi.

E’ accaduto nella Reserva Biológica do Abufari ( Riserva biologica di Abufari), dove i volontari hanno monitorato le femmine adulte e i loro nidi prima, durante e dopo la nascita dei piccoli. La WCS sta studiando le condizioni di salute delle tartarughine per aiutare a migliorarne la gestione e la protezione. Si tratta infatti di una specie in via di estinzione, duramente colpita dal traffico della carne e delle uova.

tsunami tartarughe

©Stephen Sautner/WCS

“Per la tartaruga gigante di fiume, la nascita è un’esplosione di vita, ma è anche la fase più fragile. In alcune aree, i piccoli usano la nascita di massa per aumentare la loro sopravvivenza. La sincronizzazione della nascita consente loro di camminare insieme nel fiume per iniziare un nuovo viaggio ” ha detto Camila Ferrara, specialista in tartarughe acquatiche per WCS Brasile.

La tartaruga di fiume gigante sudamericana è la più grande tartaruga d’acqua dolce dell’America Latina, raggiunge una lunghezza 1,07 metri e un peso di 90 kg. Essa ha un importante ruolo ecologico disperdendo i semi che alla fine aiutano a rigenerare la vegetazione lungo i corridoi fluviali.

tsunami tartarughe

©Stephen Sautner/WCS

Qui il bellissimo filmato:

Un vero tsunami di vita, in bocca al lupo piccoline!

Fonti di riferimento: Iucn, WCS

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook