Il mistero dei tori morti sulle spiagge delle Canarie

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un mistero da settimane inquieta gli abitanti delle isole Canarie. I cadaveri di tre tori sono stati trovati nelle acque e nelle spiagge di queste splendide isole. E la spiegazione potrebbe essere davvero triste.

Se ormai ci siamo tristemente abituati a vedere balene spiaggiate, uccise spesso dalla plastica ingoiata e scambiata per cibo, è davvero inconsueto scoprire altri animali, soprattutto tori morti sulle coste e in mare.

Ma da qualche settimana è quello che sta accadendo alle Canarie. Il primo toro è apparso pochi giorni fa, il 25 marzo, a El Médano, una spiaggia nel sud dell’isola di Tenerife.

Pochi giorni dopo, il 27, un secondo toro è apparso a Galdar, a nord di Gran Canaria. È servita una gru per rimuoverlo dall’acqua. Ma non è finita.

Due giorni dopo, il 29 marzo, il cadavere di un terzo bovino è stato individuato da una barca da pesca nelle acque che separano l’isola di Tenerife da La Gomera.

Impossibile pensare a un incidente, a una caduta accidentale dei tori in mare, anche perché in alcuni casi i loro corpi sono stati trovati al largo. I sospetti ricadono sulle navi che trasportano bestiame.

Anche se l’origine di questi animali è ancora un mistero, è questa la spiegazione fornita dal Ministero dell’Agricoltura del governo delle Canarie, secondo cui quando gli animali muoiono a bordo vengono buttati in mare per evitare problemi sanitari e agli altri simili presenti a bordo. Eppure si tratta di una pratica vietata dalle leggi marittime internazionali. Gli animali morti a bordo devono essere inceneriti o comunque tenuti, in attesa di arrivare al porto più vicino.

Non è la prima volta che succede. L’anno scorso una mucca morta è comparsa a Pozo Izquierdo, a sud-est di Gran Canaria.

Il sospetto principale oggi ricade sulla Polaris 2, una nave battente bandiera panamense costruita negli anni ’80 per il trasporto di veicoli, ma che è stata rimessa a nuovo per trasportare bestiame dall’America del Sud in Europa e in Africa.

La nave è partita dall’Argentina il 22 marzo a Ceuta e ha attraversato proprio in questi giorni le acque delle Canarie…

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto cover: elespanol

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook