Il brutale momento in cui il torero viene incornato vicino al retto durante la corrida di Madrid

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Questa volta ad avere la peggio è stato il torero. Durante la corrida di Las Ventas a Madrid, il matador francese Juan Leal è stato incornato vicino al retto, con una ferita perianale di 25 centimetri di profondità, come conferma il referto dei medici.

Per l’uomo i medici parlano di “rottura dell’osso sacro, con foro di uscita nel gluteo superiore sinistro”.

Scene raccapriccianti quelle che arrivano dalla corrida di San Isidro dove il ventiseienne Leal è stato attaccato dal toro in maniera violenta. Non è la prima volta che succede, ma queste immagini sono tra le più terribili e mostrano quanto sia inutile questo tipo di spettacolo, sempre più pericoloso per gli uomini e aberrante per gli animali.

Nel video il toro abbassa la terra e incorna Leal nel retto, infilzandolo per 25 centimetri di profondità. Il toro poi si muove in maniera nervosa sbattendo il torero da una parte all’altra come se fosse un pupazzo.

**ATTENZIONE questo video contiene immagini che potrebbero urtare la vostra sensibilità**

 

Alla fine Leal riesce a liberarsi prima che il toro carichi di nuovo. Adesso il matador dovrà subire un intervento molto delicato.

Non esultiamo davanti a questi tristi episodi, ma neanche durante l’uccisione di una animale ucciso per divertimento e ci auguriamo che presto la corrida chiuda per sempre, per l’incolumità delle persone e la salvezza dei tori.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook