Circo Orfei: domatore ucciso da quattro tigri durante l’addestramento

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una orrenda fine quella di Ettore Weber il domatore del Circo Marina Monti Orfei che è stato aggredito e ucciso dalle quattro tigri che stava cercando di addestrare per il prossimo spettacolo. L’ennesimo episodio che mostra l’inutilità del circo e del volersi accanire contro la natura.

Il suo corpo è rimasto in balia delle tigri per oltre venti minuti. Le tigri dopo aver ucciso Ettore Weber, considerato nell’ambiente uno dei più bravi domatori al mondo e proprietario del circo Weber, hanno continuato a giocare con il corpo all’interno della gabbia.

E’ accaduto durante le prove del Circo Marina Monti che da alcuni giorni, sta facendo spettacoli a Triggiano, nel Barese. Secondo la ricostruzione di Carabinieri e 118 intervenuti sul posto, Ettore Weber inizialmente sarebbe stato aggredito da un solo felino, ma subito dopo anche gli altri tre si sono accaniti contro di lui.

Weber non è riuscito a liberarsi e a tentare la fuga e le tigri in gabbia non gli hanno dato scampo avventandosi su di lui e sbranandolo.Nonostante l’intervento del personale del circo, l’uomo non ce l’ha fatta per via delle gravi e profonde ferite.

Non è la prima volta che documentiamo episodi come questo, ribadendo il nostro secco no al circo con animali che in gabbia diventano nervosi e automi e purtroppo alla fine, l’esasperazione, porta a tragici incidenti come questo.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Incendi Sardegna 2021

Le immagini, le storie e i numeri degli incendi che stanno devastando l’isola mettono i brividi

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook