Guardiana dello zoo attaccata da una tigre: le immagini shock che stanno facendo il giro del mondo

Sono immagini drammatiche quelle che arrivano dallo zoo russo di Kaliningrad dove una tigre ha attaccato la guardiana che adesso lotta tra la vita e la morte. Immagini che ancora una volta, dimostrano quanto sia sbagliato tenere gli animali selvatici in cattività.

Si chiama Typhoon, ed è un esemplare di tigre siberiana di 16 anni che vive in un recinto di questo zoo russo, uno dei tanti che continuano ad essere attivi in tutto il mondo.

Secondo i media russi, l’animale è saltato sulla donna mentre la stessa stava entrando nella gabbia per dargli da mangiare. Gli scatti inquietanti mostrano la guardiana distesa a terra e la tigre che le sta addosso, come normalmente farebbe con una preda.

Il tutto è successo sotto gli occhi dei visitatori dello zoo che hanno iniziato a lanciare pietre e altri oggetti contro Typhoon per distoglierlo dalla donna e alla fine questa azione, sembra aver funzionato perché la tigre si è allontanata e la guardiana, seppur sanguinante, è riuscita a sposarsi verso una parte del recinto inaccessibile all’animale.

tigre zoo attacco

Adesso si trova in ospedale in terapia intensiva con ferite multiple e a lottare tra la vita e la morte. Viso sanguinante e tanta forza per combattere invano contro l’esemplare maestoso.

Adesso, lo zoo di Kalingrad ha aperto un’indagine ufficiale sull’incidente, ma un portavoce ha detto che all’animale non verrà fatto del male. Noi ce lo auguriamo, perché seppur dispiaciuti per l’evento che ha coinvolto la guardiana, siamo consapevoli del fatto che gli animali selvatici non possono e non devono essere trattati come se fossero gatti e cani addomesticati.

tigre zoo attacco2

I riflettori, ancora una volta, sono puntati contro gli zoo che costringono tigri, leoni, ippopotami etc a comportamenti innaturali, a stress e sempre più spesso a maltrattamenti.

tigre zoo attacco3
Ecco come vivono gli animali allo zoo:

“Non saranno prese misure contro la tigre perché siamo consapevoli del fatto che probabilmente ha agito per difendere il proprio territorio, così com’è nell’istinto di un predatore”, ha detto un portavoce dello zoo.

Insomma, quando ci renderemo conto che gli animali non possono essere trattati come giocattoli da utilizzare a nostro piacimento?

Dominella Trunfio

Foto: EST 2 WEST NEWS / STEWART

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Izanz

Quanti e quali tipi di zanzare esistono in Italia?

Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook