Test sugli animali per alcool, tabacco e droghe: il divieto slitta di un altro anno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal 1° gennaio era previsto uno stop ai test sugli animali per alcool, tabacco e altre droghe d’abuso. Tale divieto, slittato già nei precedenti anni, non è scattato nemmeno per il 2021 e la sua entrata in vigore è stata prorogata di altri dodici mesi.

LAV, Lega antivivisezione, ha fatto sapere che si batterà per ottenere l’annullamento della proroga:

“Nell’iter di conversione in Legge in Parlamento faremo presentare emendamenti per annullare la proroga, perché questa decisione non ha solide basi scientifiche”, scrive LAV in una nota.

Lo scorso agosto la Commissione Senato e il Ministero della Salute avevano bocciato la proposta della Senatrice Cattaneo con la quale si chiedeva la proroga al divieto, dunque l’entrata in vigore del divieto sembrava ormai certa.(Leggi anche: Test sugli animali per alcool, tabacco e droghe: respinta la proroga, saranno vietati dal prossimo 1° gennaio).

La certezza ha iniziato a vacillare la vigilia di Natale con le anticipazioni sul testo del Decreto-legge “Milleproroghe” ed è definitivamente caduta il 31 dicembre, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto, che ha posticipato l’entrata in vigore del divieto di test sugli animali per le sostanze d’abuso.

Questo nonostante da tempo sia previsto l’utilizzo di metodi alternativi e sostitutivi alla sperimentazione animale anche per alcool, tabacco e altre droghe.

Gli animali saranno dunque costretti per almeno un altro anno a subire test inutili e dannosi, con i quali saranno sottoposti a inalare vapori dell’alcool o a respirare l’equivalente di 266 sigarette al giorno per poi essere uccisi e sezionati per valutare gli impatti – ormai noti da tempo – di alcolici e tabacco.

Fonti di riferimento: LAV/Gazzetta Ufficiale

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook