Tartarughe verdi: nascono solo femmine, colpa dell’aumento delle temperature

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le tartarughe verdi che vivono nella Grande Barriera Corallina sono a rischio. L’aumento delle temperature sta riducendo la nascita di esemplari maschi. Ciò a lungo termine significherebbe la scomparsa di questa specie.

Lo rivela un nuovo studio condotto dalla National Oceanic and Atmospheric Administration, dalla California State University e dal WWF Australia.

Secondo i ricercatori, la popolazioone di tartarughe che si trova nell’area del Queensland è formata da circa 200.000 femmine nidificanti, una delle più grandi del mondo. Tuttavia, Potrebbe ridursi drasticamente a causa della riduzione dei maschi.

Ancora una volta l’aumento delle temperature legato ai cambiamenti climatici potrebbe essere la causa. Nel caso delle tartarughe, la temperatura di incubazione delle uova ne determina il sesso. E nidi più caldi significano anche più femmine.

Ci sono due popolazioni geneticamente distinte di tartarughe verdi sulla barriera corallina. Una si trova all’estremità meridionale e gli altri nidi alòl’estremo nord, principalmente a Raine Island e Moulter Cay.

Gli scienziati hanno monitorato le tartarughe verdi nelle isole Howick, dove si nutrono entrambe le popolazioni. Attraverso una serie di test genetici, hanno identificato il sesso e l’origine del nidificazione delle tartarughe.

Delle tartarughe verdi provenienti dalle spiagge più calde del nord, il 99,1% dei giovani, il 99,8% dei subadulti e l’86,8% degli adulti erano femmine. Per le tartarughe delle fredde spiagge di nidificazione della grande barriera corallina, la percentuale è più moderata (65% -69% di esemplari femmine).

L’autore principale della ricerca, il dott. Michael Jensen, della National Oceanic and Atmospheric Administration, spiega che le colonie di tartarughe verdi della grande barriera corallina settentrionale da più di 20 anni generano soprattutto femmine.

Il CEO del WWF Australia Dermot O’Gorman ha detto che la preoccupazione per l’ennesimo impatto dei cambiamenti climatici sull’icona più popolare della nazione è tanta.

“Prima il massiccio sbiancamento dei coralli, ora scopriamo che praticamente nessun maschio di tartaruga verde sta nascendo. Questi impatti mostrano che la Grande Barriera Corallina è davvero in prima linea nei cambiamenti climatici. L’Australia deve adottare obiettivi ambiziosi sui cambiamenti climatici che salveranno la barriera e le sue creature uniche. Sapere che non ci sono più maschi tra le giovani tartarughe verdi dovrebbe suonare come campanello d’allarme, ma non tutto è perduto per questa importante popolazione”.

Conoscere a fondo il loro stato è già un primo passo. Adesso tocca agire, non solo cercando di ridurre al minimo il nostro impatto sul pianeta per contrastare l’aumento globale delle temperature ma anche tutelando queste splendide creature.

In tempi brevi, una possibilità è l’uso di tele ombreggianti sulle spiagge in cui nidificano come a Raine Island. In questo modo, si può leggermente abbassare la temperatura del nido e ricreare le condizioni adatte ai piccoli maschi. Ma ovviamente non basta. Bisogna correre ai ripari prevenendo l’ulteriore riscaldamento globale.

LEGGI anche:

La ricerca è stata pubblicata su Current Biology.

Francesca Mancuso

Foto: WWF

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook