Se trovate una tartaruga spiaggiata (viva o morta), non rimettetela in mare. Chiamate il 1530!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sheva, Diana, Ringo e Ritz. Sono le quattro tartarughe salvate si sono aggiunte alle ospiti del CRTM ‘Luigi Cagnolaro’ Pescara. Le loro storie ci ricordano un messaggio importantissimo: se trovate una tartaruga sulla spiaggia (viva o morta) non rimettetela in mare. Chiamate il 1530 e segnalatela!

Sheva è una femmina adulta che è stata recuperata a seguito di cattura accidentale al largo di Pescara, è lunga quasi un metro e pesa 46 kg. Le altre sono invece esemplari giovanissimi, trovati spiaggiati sulle coste di Abruzzo e Molise in grandi difficolta. Diana è lunga 40 cm e pesa poco meno di 4 kg, Ritz misura invece 26 cm e pesa circa 900 g, Ringo infine è il più piccolo dei nuovi arrivati, con un peso di soli 178 g per 14 cm di lunghezza totale.

Ma è soprattutto il caso di Diana a essere particolarmente emblematico: era spiaggiata sulla costa di Termoli, coperta di alghe e parassiti e chi l’ha trovata ha tentato di rimetterla in mare per salvarla. Purtroppo, nonostante la buona fede e le ottime intenzioni, questo le ha causato un principio di annegamento.

“Le tartarughe sono animali polmonati e necessitano di sollevare la testa fuori dall’acqua per poter respirare; se una tartaruga è talmente debilitata da non riuscire a farlo respirerà acqua, che la porterà quindi ad annegare”, spiega il Centro in un post su Facebook.

Per queste piccole tartarughe al momento la prognosi è ancora riservata, sono tutte fortemente debilitate e necessitano di intense cure prima di poterle dichiarare fuori pericolo.

Vi ricordiamo, quindi, che in caso di avvistamento di una tartaruga (o un cetaceo) in difficoltà, è necessario chiamare la Guardia Costiera al numero gratuito 1530, valido in tutta Italia, in modo che questa possa essere recuperata e visitata da personale specializzato.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook