Cuccioli di tartaruga avvistati per la prima volta sulle isole Galapagos dopo oltre 100 anni

baby tartaruga galapagos 1

Cuccioli di tartaruga sulle isole Galapagos. Dopo oltre un secolo ecco un avvistamento davvero inaspettato. Le nascite avvenute di recente stanno aiutando a salvare gli animali in pericolo dal baratro dell’estinzione.

I piccoli sono stati avvistati da un gruppo di ricercatori lo scorso dicembre. Dopo una così lunga attesa, l’evento ha destato un grande stupore in uno di loro, il ricercatore James Gibbs. I marinai sbarcati per la prima volta sull’isola di Pinzon a metà del 18esimo secolo avevano innescato una catastrofe ambientale perdurata per generazioni.

I ratti a bordo delle imbarcazioni avevano raggiunto l’isola iniziando a predare le uova e le larve di tartaruga, che fino ad allora avevano dovuto affrontare ben pochi nemici naturali. L’azione dei ratti fu così devastante nel corso del tempo che nei decenni successivi non un solo piccolo di testuggine sopravvisse al massacro.

Il rischio di estinzione risultava dunque altissimo, nonostante la lunga aspettativa di vita delle tartarughe adulte. L’attività umana ha minacciato questi animali in pericolo, ma ha anche contribuito a salvarli. Nel 1960, quando sull’isola erano rimaste solo 100 tartarughe, gli ambientalisti hanno iniziato ad impegnarsi sempre più per salvare la specie.

Nel 2012 per salvare le tartarughe dall’estinzione è stato necessario debellare tutti i ratti presenti sull’isola. Un’azione drastica che è però risultata fondamentale perché i piccoli di tartaruga potessero finalmente sopravvivere.

Lo scorso dicembre i ricercatori si sono resi conto che il piano attuato aveva funzionato e hanno assistito alla nascita di 10 nuovi piccoli di tartaruga, un vero e proprio baby-boom rispetto alla situazione precedente. Gibbs e il suo gruppo di ricercatori hanno avvistato 300 tartarughe durante il loro ultimo viaggio sull’isola.

baby tartaruga galapagos 2

baby tartaruga galapagos 3

baby tartaruga galapagos 4

A parere degli esperti, ciò significa che vi si trovano più di 500 esemplari. L’uomo può mettere in pericolo gli animali, ma può anche intervenire per salvarli. Speriamo che le tartarughe delle Galapagos siano finalmente salve dal rischio di estinzione.

Marta Albè

Fonte foto: thedodo.com

Leggi anche:

Le tartarughe giganti credute estinte tornano dopo 100 anni nelle loro Galapagos

Morto l’ultimo esemplare di tartaruga gigante delle Galapagos

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Caffè Vergnano

Il caffè è più buono se riduce scarti e rifiuti puntando sulle tre R

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

tuvali
seguici su Facebook