Tartaruga trascinata verso riva per un selfie in Puglia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Circondata dai bagnanti, braccata e trascinata verso riva. Questo è successo a una malcapitata tartaruga Caretta Caretta, maltrattata per farsi uno stupidissimo selfie.

Non siamo dall’altra parte del mondo, ma in Puglia. L’episodio gravissimo è accaduto ieri a Ginosa Marina a Taranto.

Trovata da un sub che voleva controllare se per caso avesse bisogno di aiuto, in men che non si dica è stata raggiunta da centinaia di bagnanti incuriositi che volevano fotografarsi con lei, mentre l’animale cerca chiaramente di liberarsi.

La scena è ripresa dal sito di informazione web locale Piazzanews, scatenando le proteste di molti utenti.

“Quell’esemplare era quasi sicuramente in posizione sunning, prendeva il sole in superficie per riscaldare il proprio corpo. Non bisogna mai toccare gli animali in acqua. Se sembrano in difficoltà bisogna chiamare immediatamente la Guardia costiera o il Wwf”, spiega Gianluca Cirelli, del Wwf di Policoro.

In ogni caso, la condizione di stress potrebbe essere stata dannosa o addirittura fatale per lei e le eventuali uova che aveva in grembo.

Leggi anche:

Cosa si nasconde dietro un selfie con gli animali selvatici?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook