Trovata tartaruga attorcigliata a una lenza da pesca

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una cima e una lenza da palangaro attorcigliate alla pinna natatoria anteriore destra. È stata trovata così una Caretta Caretta, a largo di Filicudi. La tartaruga fortunatamente è stata salvata dall’associazione “Filicudi Wildlive Conservation” con a capo la biologa romana Monica Blasi.

L’ennesima vittima dei nostri mari.

“Oggi abbiamo salvato questa giovane Caretta caretta da una morte certa. Veramente tanta fortuna ad incrociare, nonostante un po’ di mare, la nostra barca a largo di Filicudi! Forse un anno che la poverina si trascinava dietro questa corda attorcigliata al palangaro che le strozzava una pinna quasi ad amputarla”, si legge sulla pagina Facebook dell’associazione.

La cosa più agghiacciante è che non è la prima volta che la tartaruga rischia la vita. Dalla targhetta indentificativa i ricercatori hanno scoperto che la tartaruga si chiama “Crow” e che era stata rilasciata a Pescara tre anni fa, dopo essere stata salvata da una rete da pesca a strascico.

“La pesca del tonno e del pesce spada non è una pesca selettiva ed è una delle cause più gravi di mortalità per cetacei e tartarughe marine nel Mediterraneo. Queste immagini della tartaruga che abbiamo trovato ieri a largo di Filicudi parlano da sole”, scrive ancora l’associazione.

La storia di ‘Crow’ è stata ricostruita grazie all’aiuto del biologo del Centro di recupero cetacei pescarese Vincenzo Ulivieri.

Secondo la biologa Monica Blasi, la tartaruga era sfinita e sicuramente non ce l’avrebbe fatta.

“La tartaruga – prosegue la biologa – è stata trasferita nel Centro di primo soccorso per tartarughe marine di Filicudi per essere sottoposta a indagini radiologiche. Un’avventura in mare a lieto fine”.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook