Cucciolo di cane salvato da una scimmia

Dipingono le strisce blu e passano sopra un topo morto (senza accorgersene?)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Caivano, comune della città metropolitana di Napoli, una ditta è stata incaricata di dipingere le strisce blu per i parcheggi a pagamento. Un lavoro molto comune di cui solitamente non si parla ma che stavolta è al centro di una polemica. Cosa è successo? Un topo morto a terra è stato dipinto insieme alle strisce blu!

A riportare la notizia è stata la testata locale Caivano Press e, in seguito alla segnalazione, tanti cittadini si sono ovviamente indignati. Come è possibile fare un errore del genere? Davvero gli operai non si sono accorti di aver dipinto la carcassa di un topo?

La ditta responsabile della tinteggiatura delle strisce blu (e di tale scempio) si è scusata con il Sindaco, cercando anche di dare una spiegazione a quanto accaduto:

Egregio Sig. Sindaco, in merito a quanto denunciato dai social su alcuni inconvenienti legati alla realizzazione delle strisce blu, la Dimpark si scusa per l’accaduto che è dovuto solo al tipo di lavorazione. L’ingombro della macchina traccia linee non consente una piena visuale del tracciato, anche perché costretti a lavorare di sera. Provvederemo ad ovviare all’inconveniente verificatosi.

Ma c’è poco da scusarsi, bisogna avere rispetto degli animali (e anche dei cittadini che usufruiscono delle strisce blu) e fare il proprio lavoro bene, controllando sempre con attenzione.

Vicino al topo morto, tra l’altro, c’è anche un mozzicone di sigaretta abbandonato, il che rende la scena ancora più degradata e simbolo di incuria.

Se pensate che questo sia un evento isolato, purtroppo dobbiamo dirvi che non è così. Vi avevamo raccontato un episodio simile in cui, ad essere dipinta sull’asfalto insieme alle strisce stradali bianche, era stata la carcassa di una nutria.

Leggi anche: Ridipingono le strisce stradali e passano sopra alla carcassa di una nutria

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Caivano Press

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook