Stop Vivisection, 1mln di firme: l’UE decide sul possibile divieto degli esperimenti sugli animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Stop Vivisection approda ufficialmente a Bruxelles. Sono 1.173.131 le firme certificate che sono state consegnate alle istituzioni dell’Unione Europea. Arrivano da Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Polonia, Slovacchia, Slovenia e Spagna. Cosa accdrà ora? Che la Commissione Europea dovrà prendere in considerazione un possibile divieto della sperimentazione animale.

Come chiede l’iniziativa popolare, che dà la possibilità ai cittadini europei di partecipare in prima persona all’attività legislativa dell’Unione Europea. E con Stop Vivisection in oltre 1 milione hanno chiesto un percorso scientificamente avanzato e alternativo alla sperimentazione, a tutela degli esseri umani e dei diritti degli animali.

Le prossime tappe. Nella seconda metà di aprile i rappresentanti dell’iniziativa avranno la possibilità di illustrare alla Commissione Europea le proprie ragioni. Entro i prossimi tre mesi (non oltre il 03/06/2015) la Commissione esporrà in una comunicazione le sue conclusioni giuridiche e politiche riguardo all’iniziativa, l’eventuale azione che intende intraprendere e i suoi motivi per agire o meno in tal senso. Dovrà in pratica decidere se intende intervenire, adottando una legislazione, fare in un altro modo per raggiungere gli obiettivi dell’iniziativa popolare, o non agire affatto.

stopvivosection firme2

L’obiettivo ufficiale di Stop Vivisection abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e presentare una nuova proposta che abolisca l’uso della sperimentazione su animali, rendendo nel contempo obbligatorio, per la ricerca biomedica e tossicologica, l’uso di dati specifici per la specie umana. Secondo i dati dell’Unione europea riguardanti il 2011, circa 11,5 milioni di animali sono stati sottoposti a test per scopi scientifici.

Questo potrebbe non essere mai più possibile, almeno in Europa. Chissà…

Per maggiori informazioni clicca qui

Roberta Ragni

Leggi anche:

Stop vivisection: tutta la verita’ sulla sperimentazione animale in Europa (video)
Stop vivisection: da oggi si puo’ firmare online per eliminare la sperimentazione animale nell’Ue

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook