@dartae/123rf.com

Il morso di questo ragno, ritenuto innocuo, può spedirti invece dritto in ospedale. La conferma in uno studio irlandese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Questo “innocuo” ragnetto può mandarti all’ospedale, secondo un nuovo studio: il suo morso infatti può portare a reazioni simili a quelle provocate dal morso di una Vedova Nera.

A nessuno piace avere un ragno in casa. Ma la verità è che i ragni, in realtà, hanno una pessima reputazione: la maggior parte di essi, infatti, sono innocui per l’uomo. Molti morsi attribuiti ad essi, si rivelano,in realtà, essere provocati da altri insetti e anche le infezioni della pelle causate dai morsi di ragno sono spesso frutto di un incidente.

Finora, solo due tipi di ragno erano ritenuti in grado di fare male all’uomo, essendo dotati di denti lunghi abbastanza da poter penetrare nella pelle umana e di un veleno tanto potente da causare effettivamente dolore: si tratta della Vedova Nera e del Ragno Eremita Marrone. Ma ora, un altro ragno può essere aggiunto a questa lista: un recente studio ha infatti scoperto che un ragno, finora ritenuto innocuo, sia in realtà in grado di mandare le sue vittime dritte all’ospedale.

(Leggi: In futuro i nostri morsi diventeranno velenosi come quelli dei serpenti? Lo studio)

Si tratta dello Steatoda nobilis, dall’aspetto molto simile alla vedova nera, con cui condivide la famiglia, quella Theridiidaee. Se fino ad ora il suo morso era descritto come “piccolo e relativamente innocuo”, un recente studio della National University of Ireland Galway ha scoperto che in realtà lo Steatoda nobilis rappresenta un pericolo per la salute dell’uomo. Confermando così le preoccupazioni che iniziavano a circolare dopo le presunte notizie di attacchi subiti, soprattutto in Gran Bretagna, da parte di questi ragni, il cui morso era stato finora considerato poco probabile e soprattutto incapace di creare necrosi o reazioni allergiche.

I ricercatori irlandesi hanno osservato, invece, che questo ragno può lasciare un morso che richiede un ricovero ospedaliero per essere curato, poiché causa di un avvelenamento severo. E purtroppo, se fino a poco tempo fa la presenza di questa specie era limitata ad un paio di nazioni nel mondo, sappiamo che ora si sta espandendo sia territorialmente che nel numero di esemplari – ci sono tutti i presupposti perché diventi una delle specie di ragno più invasive al mondo. Secondo gli esperti, ci sarebbe una mutazione genetica alla base della maggiore adattabilità del ragno anche ad altri territori. Lo Steatoda nobilis tende ad agganciarsi ai containers e alle casse per diffondersi nel mondo: esemplari sono stati trovati in Europa, Nord Africa, Asia occidentale e America; in Irlanda e Regno Unito questo ragno è diventato una delle specie più diffuse.

In Italia è conosciuto con il nome di falsa vedova ed è comune trovarlo all’esterno delle abitazioni , molto più raramente all’interno, nei garage, nei locali commerciali, capannoni e cantine.

Gli esperti rassicurano e confermano però, che non si tratta di un animale solitamente aggressivo. Tuttavia, se minacciato o intrappolato – ad esempio in modo accidentale nei vestiti – usa il morso come strategia di difesa. Infatti, l’88% dei morsi dello Steatoda nobilis hanno avuto luogo mentre la vittima dormiva o mentre il ragno era intrappolato nei capi d’abbigliamento.

Fonte: Science Daily

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook