Nello Sri Lanka gli agricoltori stanno avvelenando gli elefanti. Ritrovate almeno 7 carcasse

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le autorità dello Sri Lanka hanno ritrovato nei giorni scorsi i resti di almeno sette elefanti, tra cui una femmina incinta, in una zona forestale nel centro del paese.

La polizia ha fatto sapere che da un primo esame gli animali risultano essere morti per avvelenamento: l’ipotesi è che ad avvelenare gli elefanti siano stati gli abitanti dei villaggi vicini. Gli agricoltori avrebbero dato cibo avvelenato agli elefanti, colpevoli di aver danneggiato le coltivazioni che si trovano ai bordi della foresta.

Gli elefanti che vivono nello Sri Lanka appartengono alla specie asiatica dell’Elephas maximus maximus, inserita nella Lista Rossa delle specie animali redatta dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) e protetta poiché considerata a rischio estinzione.

Si stima che la popolazione di questi elefanti che vive sull’isola si sia ridotta a soli 7000 esemplari, rispetto ai 14000 registrati nei primi del Novecento.

A minacciare maggiormente la sopravvivenza degli elefanti è proprio l’espansione dell’agricoltura: le aree coltivate frammentano e riducono l’habitat naturale e le risorse alimentari degli animali, costretti per questo ad avvicinarsi alle zone coltivate in cerca di cibo.

Lo stress causato dalla carenza di risorse rende gli animali aggressivi e la vicinanza tra elefanti e aree abitate crea conflitti con gli agricoltori che cercano di allontanare gli esemplari senza successo.

Secondo le autorità questo ultimo episodio di avvelenamento rappresenta uno degli atti più gravi compiuti dall’uomo negli ultimi anni nell’eterno conflitto tra fauna selvatica e occupazione agricola.

Probabilmente gli agricoltori hanno dunque pensato di risolvere il problema avvelenando gli elefanti, mettendo davanti il proprio interesse economico alla tutela degli animali e della biodiversità, aspetto fondamentale per il nostro futuro.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Photo credit: La Vanguardia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook