#cleanupcruelty: no alla sperimentazione animale per i detersivi (PETIZIONE)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dire no alla sperimentazione animale per i prodotti per la pulizia della casa. Ancora oggi, nonostante la popolazione europea sia molto sensibile sull’argomento, nel nostro continente si fanno ancora esperimenti sugli animali in questo settore. Ma la Coalizione Europea contro la sperimentazione animale vuole provare a cambiare le cose lanciando la petizione#cleanupcruelty.

Dopo che Stop Vivisection ha raggiunto il traguardo di vietare in tutto il continente i test sugli animali per fini cosmetici, tocca adesso anche ai detergenti per la casa.

Le alternative esistono già ma ancora oggi per i prodotti per le pulizie domestiche si fa ricerca su conigli, cavie, criceti, ratti e topi.

Le analisi tossicologiche a cui gli animali vengono sottoposti mostrano chiari i loro segni: i composti chimici sui loro corpi provoca la perdita del pelo o degli occhi ma anche vomito, convulsioni, emorragie interne e danni agli organi. Sintomi che possono durare settimane, con un esito già noto: la soppressione degli animali.

Anche se tante grandi aziende italiane e internazionali hanno scelto politiche cruelty-free aderendo allo standard “stop ai test su animali”, la sperimentazione non si è fermata.

Migliaia di animali continuano a soffrire e morire per sperimentare inutilmente ingredienti che finiscono ogni giorno nei comuni detergenti che abbiamo a casa, come detersivi per pavimenti e superfici, per lavatrici, deodoranti per ambienti e capsule per lavastoviglie”, ha detto la biologa Mibchela Kuan, responsabile LAV del settore Vivisezione.

Per questo la Coalizione Europea contro la sperimentazione animale ha chiesto aiuto a tutti, attraverso una mobilitazione popolare che inviti il Parlamento europeo a mettere fine a questa pratica.

lavPetizione

Chiediamo che l’Europa diventi leader nella tutela degli animali e nella ricerca innovativa, per i diritti di tutti: animali, uomo e ambiente” è l’appello della Coalizione.

Clicca qui per firmare la petizione

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

STOP VIVISECTION, 1MLN DI FIRME: L’UE DECIDE SUL POSSIBILE DIVIETO DEGLI ESPERIMENTI SUGLI ANIMALI

STOP VIVISECTION: TUTTA LA VERITA’ SULLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE IN EUROPA (VIDEO)

STOP VIVISECTION: DA OGGI SI PUO’ FIRMARE ONLINE PER ELIMINARE LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE NELL’UE

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook