@ littlebitred/123rf.com

La personalità conta, anche nel regno animale: gli scoiattoli “socievoli” hanno più successo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sappiamo bene che la nostra personalità ed il nostro modo di relazionarci agli altri influiscono sul nostro successo in società e nelle relazioni interpersonali. Finora, tuttavia, il discorso della personalità si è limitato all’ambiente umano: gli scienziati si sono sempre mantenuti restii nel definire alcuni tratti del comportamento animale come ‘personalità’.

Un nuovo studio condotto dall’Università della California è il primo che prova a documentare la personalità di una specie animale specifica – quella dello scoiattolo terricolo dorato (Callospermophilus lateralis), nativo dell’ovest degli Stati Uniti e del Canada. I ricercatori hanno analizzato la personalità dei piccoli roditori analizzandone quattro tratti principali: coraggio, aggressività, livello di attività e socievolezza.

Benché lo scoiattolo non sia una specie a rischio estinzione, i risultati dello studio dimostrano fino a che punto la personalità dell’animale influenzi l’uso dello spazio e delle risorse, con conseguenze importanti sulla conservazione dell’intera specie.

Ad esempio, scoiattoli più coraggiosi ed aggressivi sono in grado di trovare più cibo o di difendere meglio il proprio territorio, ma un comportamento sprezzante del rischio li rende al contempo più vulnerabili alla predazione e agli incidenti. La raccolta dei dati relativi alla personalità degli scoiattoli è durata più di trent’anni.

In generale, è emerso che gli scoiattoli più coraggiosi hanno una muscolatura addominale più allenata e quindi si muovono più velocemente. Questo dà loro accesso più facilmente a punti di osservazione privilegiati, come rocce o alture, e ciò è importante perché offre loro una posizione vantaggiosa per vedere ed evitare i predatori. Interessante il fatto che il coraggio sia associato anche a capacità sociali maggiori.

Lo scoiattolo terricolo dorato viene considerato come un animale asociale. Tuttavia, secondo questo studio, all’interno della specie gli individui che tendono ad essere più ‘socievoli’ sembrano avere un vantaggio: infatti, essere più socievoli aumenta le probabilità di riprodursi e di sopravvivere, rappresentando un beneficio per l’intera comunità.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Animal Behaviour / University of California Davis

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook