Stop allo sfruttamento delle renne durante le feste di Natale, la petizione

Renne sfruttate durante il Natale

I cittadini del Regno Unito hanno lanciato una petizione per chiedere la fine dello sfruttamento delle renne durante gli eventi organizzati in occasione del Natale.

In tutto il paese, infatti, ogni anno durante il periodo natalizio le renne vengono esposte in ambienti affollati, circondate da persone, luci e rumori, fonte di enorme stress per questi animali.

Gli organizzatori degli eventi in cui vengono sfruttate le renne assicurano di garantire il benessere degli animali, esponendo gli esemplari a un numero ristretto di persone, bassi livelli di musica e limitando la permanenza degli animali nei centri cittadini per un massimo di quattro ore al giorno.

Le renne sono però animali selvatici sensibili, che vivono in un habitat completamente differente da quello del Regno Unito.
Non affrontano bene la cattività ed è molto più difficile riuscire a soddisfare le loro esigenze in un ambiente urbano, soprattutto se queste vengono sfruttate per l’intrattenimento durante eventi che prevedono un grande afflusso di persone.

Le renne vengono sfruttate nel corso delle festività per trainare le slitte o semplicemente per essere esibite come se fossero una decorazione natalizia.
Questi animali vengono sottoposti a un clima non idoneo, oltre che a un alimentazione inadeguata e a stimoli che in natura non avrebbero, come le urla dei bambini, l’illuminazione eccessiva, il traffico.
Elevati livelli di stress possono provocare problemi di salute e compromettere il benessere delle renne.

Gli animalisti hanno quini avviato una petizione indirizzata al Ministro dell’Ambiente britannico Michael Gove, perché vengano approvate al più presto leggi per vietare l’uso delle renne durante le feste. La petizione ha già raggiunto quasi 130mila firme ed è disponibile cliccando QUI.

Leggi anche:

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario Saponi e cosmetici fai da te, "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Seguici su Instagram
seguici su Facebook