La sesta estinzione di massa è già iniziata: ecco cosa sta accadendo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Giraffe, elefanti, oranghi, rinoceronti e tanti altri. La lista degli animali che piano piano stanno scomparendo aumenta sempre di più. Dal 1900 il numero si è addirittura dimezzato dando il via alla ‘sesta estinzione di massa’.

La perdita di biodiversità che c’è in corso è la più grave dopo la scomparsa dei dinosauri. A stabilirlo è un nuovo studio pubblicato sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze (Pnas), dai biologi dell’Università di Stanford e dell’Università nazionale autonoma del Messico.

I ricercatori parlano della ‘sesta estinzione di massa’ che arriva a circa 65milioni di anni dall’addio ai dinosauri, una situazione più grave del previsto perché il numero di alcuni esemplari presenti sulla Terra si è già dimezzato.

I numeri della sesta estinzione

La ricerca ha analizzato 27.600 specie tra uccelli, anfibi, rettili e mammiferi, ovviamente un campione rappresentativo della metà delle specie e la perdita di popolazione su 177 mammiferi tra il 1900 e il 2015.

I dati raccolti dimostrano che oltre il 30% delle specie di vertebrati si sta riducendo per numero di individui ed espansione geografica. I mammiferi, in particolare, hanno perso almeno il 30% della loro estensione geografica, mentre più del 40% delle specie ha subito un grave declino di popolazione.

rinoceronte nero estinzione

Un fenomeno che purtroppo, quindi, va al di là degli esemplari scomparsi nel mondo. Parliamo ad esempio, dei pipistrelli dell’Isola di Natale, in Australia, del Ciprinodonte Catarina (Megupsilon aporus), specie di pesce d’acqua dolce o ancora del pinguino imperatore dell’Antartide che è a rischio estinzione.

Troppi animali sono a rischio estinzione:

Utilizzando la riduzione dei luoghi in cui si possono trovare questi animali come indicatore di un numero più esiguo, gli studiosi sono arrivati alla conclusione che “il calo demografico è estremamente alto, anche nelle specie considerate a basso rischio”.

A soffrire di più sarebbero il ghepardo, l’elefante, il leone africano, l’orangotango, il rinoceronte nero. Uno scenario desolante che non lascia ben sperare.

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook