@PLOSE ONE

Piccola, colorata, ma mortale! Scoperta nuova specie di rana fluorescente velenosissima

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un team di scienziati ha scoperto recentemente una nuova specie di rana goccia d’oro: piccolissima, dal colore arancione sgargiante, ma talmente velenosa da essere addirittura letale. La scoperta è avvenuta qualche mese fa in Brasile. Si tratta infatti di un un piccolissimo anfibio, dalle dimensioni di circa 13 mm, appartenente alla famiglia Brachycephalidae, che vive nelle foreste e sulle catene montuose brasiliana. La rana identificata di recente è stata ribattezzata con il nome Brachycephalus rotenbergae, in onore di Elsie Laura Rotenberg, fondatrice della Ong Projecto Dacnis, che si occupa della tutela della Foresta Atlantica. 

“La nuova specie è geneticamente simile alla Brachycephalus margaritatus e morfologicamente simile alla Brachycephalus ephippium.” – spiegano i ricercatori che hanno pubblicato i dettagli relativi alla nuova specie sulla rivista Plos One. – E si differenzia da quest’ultima per la presenza di macchie scure sbiadite sul cranio e sulle placche post-craniche, oltre che per il tessuto connettivo nero sulla muscolatura dorsale, per la morfologia della placca parotica e la bocca meno pronunciata”. 

 

rana velenosa

@ journals.plos.org

La piccola rana individuata in Brasile presenta una colorazione arancione brillante e occhi di un nero intenso. E come le altre rane appartenenti alla famiglia Brachycephalidae, anche questa specie è fluorescente.

“È importante notare che questi colori possono aiutare la specie a camuffarsi nel loro microhabitat, poiché ci sono grandi quantità di minuscole foglie gialle e arancioni, funghi e semi sul terreno, specialmente durante la stagione estiva” aggiungono gli esperti. 

rana velenosa

@ journals.plos.org

Nonostante la Brachycephalus rotenbergae rientri tra le rane più piccole al mondo, la sua pelle contiene un veleno davvero potente che usa per difendersi dai predatori e che può essere letale anche per l’uomo. Insomma, meglio non farsi ingannare dall’apparenza!

Fonte: Plose One

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

eBay

Dall’iPhone al Samsung, i migliori smartphone da acquistare ricondizionati

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook