Scoperto nuovo scarabeo: porta il nome di Leonardo DiCaprio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Forse non avrà il suo fascino e i suoi occhi blu, ma ne porta il nome. È il nuovo scarabeo DiCaprio, scoperto nel Borneo malese.

A individuarlo è stato un gruppo di citizien scientists, guidato dai biologi di Taxon Expeditions che hanno deciso di ribattezzare col nome dell’attore americano uno dei nuovi coleotteri d’acqua scoperti nell’incontaminato bacino del Maliau, nel Borneo malese.

L’omaggio segna anche il 20° anniversario della nascita della Leonardo DiCaprio Foundation che sostiene vari progetti dedicati alla conservazione della biodiversità.

Le iniziative di Citizen Science nella ricerca sulla biodiversità sono sempre più diffuse, con un tasso di crescita annuale del 10% nel numero di progetti avviati. Esse forniscono importanti informazioni scientifiche, soprattutto in termini di monitoraggio della biodiversità ma anche nella pianificazione e nella gestione di ecosistemi e aree protette. Alcuni operano con successo già da decenni coinvolgendo migliaia di cittadini. Tuttavia, è raro che i risultati siano pubblicati su riviste scientifiche, com’è successo nel caso della scoperta di questi scarabei.

Grouvellinus leonardodicaprioi

L’affascinante creatura ha un corpo a forma di uovo (obovato), è lunga circa 2,97 mm e larga 1,60 mm di larghezza. Il dorso è di colore nero, con una leggera lucentezza metallica. Gli artigli e le antenne invece sono marrone scuro con sfumature gialle.

Il nome della specie è stato selezionato durante una cerimonia avvenuta presso il Centro studi sui bacini di Maliau, il 6 ottobre 2017, a cui hanno preso parte i partecipanti alla spedizione e altri scienziati.

scarabeo di caprio

“Abbiamo scoperto sei nuove specie di coleotteri durante la nostra prima spedizione nel remoto bacino di Maliau, lungo 30 chilometri, nel Borneo malese! Uno di questi ha il nome dell’attore e ambientalista di Hollywood Leonardo DiCapriosi legge sul sito ufficiale.

Un bel riconoscimento per l’attore. Chissà se lo avrà gradito quanto l’Oscar.

Lo studio è pubblicato sulla rivista ZooKeys.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook