Addio salmoni? A rischio d’estinzione per colpa dei pesticidi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Salmoni sempre più in pericolo per colpa dei pesticidi che mettono a repentaglio la loro sopravvivenza. La denuncia viene dal National Marine Fisheries Service (NMFS) secondo cui, continuando così, si arriverebbe addirittura all’estinzione.

Sotto accusa ci sono chlorpyrifos, malathion e diazinon, tre pesticidi utilizzati in agricoltura e sospettati di essere cancerogeni per l’uomo. Vediamo nel dettaglio cosa sono.

Il chlorpyrifos ampiamente usato per agrumi, noci e frutteti è tossico ed è stato associato a danni del neurosviluppo nei bambini. L’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) però si è rifiutato di vietarlo nonostante ci fossero delle prove.

Il malathion è un insetticida utilizzato sia in agricoltura che a livello domestico per la disinfestazione, secondo i ricercatori in grandi quantità potrebbe aumentare il rischio di cancro alla prostata; infine il diazinon, un altro insetticida impiegato sia in agricoltura che negli ambienti domestici. Sebbene le prove siano ancora limitate, sembra che esso sia correlato all’aumento del rischio di cancro al polmone e di linfoma non Hodgkin.

Ma come vediamo i danni non sono solo per l’essere umano. Secondo il rapporto del National Marine Fisheries Service (NMFS), questi tre pesticidi danneggiano il salmone e il loro habitat a tal punto che la loro stessa sopravvivenza è a rischio, così come quella delle specie che si nutrono di salmone, come orche e balene.

Lo scorso dicembre NMFS aveva presentato il proprio rapporto chiedendo che i tre pesticidi venissero vietati, soprattutto perché negli Stati Uniti dal 2002 sui salmoni vige una legge di conservazione.

Nonostante ciò però, questi pesticidi continuano ad essere utilizzati e più volte si è arrivati in Tribunale. Il caso più clamoroso è stato quello di Seattle, dove il governo federale è stato accusato di non essere riuscito a proteggere 26 specie di salmone da ben 54 pesticidi tossici.

Sui salmoni potrebbero interessarvi:

All’epoca il giudice aveva ordinato all’EPA di consultare la NMFS per identificare le misure permanenti necessarie per proteggere il salmone dai pesticidi, purtroppo però il profitto continua ad avere la meglio.

I salmoni sono diminuiti, ma il giro d’affari attorno a questo tipo di pesca è ancora intorno a 1,25 miliardi di dollari, nonostante, secondo i ricercatori, i pesticidi compromettano lo sviluppo sessuale, la capacità di nuoto, il comportamento e la riproduzione.

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook