@ witoldkr1/123rf.com

Il caldo estremo sta “cuocendo” i salmoni: attesa strage di massa in questo fiume della California

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le autorità della California lanciano l’allarme: quasi tutti gli esemplari più giovani di salmone Chinook, che vivono nel fiume Sacramento, stanno pian piano morendo causa dell’acqua estremamente calda e delle ripetute ondate di calore che continuano ad abbattersi sulla regione.

I salmoni della California sono in estremo pericolo a causa del caldo record di queste settimane. Potrebbe esserci la sparizione quasi totale di una specie già a rischio estinzione, perché le temperature sopra i 38°C per lunghi periodi di tempo stanno surriscaldando le acque del fiume rendendole inospitali ai pesci che li vivono dopo la nascita.

“Questa persistente cupola di calore sulla costa occidentale probabilmente comporterà una perdita della capacità di fornire acqua fresca e, di conseguenza, è possibile che quasi tutti i giovani nel fiume non sopravvivano in questa stagione”, ha affermato il dipartimento.

È l’allarme lanciato negli scorsi giorni da California Department of Fish and Wildlife (CDFW). La persistente cappa di calore sopra la costa ovest degli Stati Uniti si tradurrà presto nella scarsezza di acqua fresca e, conseguentemente, è possibile che tutti gli esemplari più giovani dei pesci che vivono nel fiume non sopravvivranno questa stagione.

La California è uno degli Stati occidentali degli Stati Uniti, insieme a Oregon e Washington, che sta sperimentando le temperature più alte della sua storia recente. Le condizioni di siccità del Golden State sono particolarmente faticose da sopportare sia per la popolazione che per gli animali – con la maggior parte dello stato che sta soffrendo di una eccezionale siccità, talmente eccessiva che alcune parti dello Stato sono rimaste completamente senza acqua come riporta la CNN.

siccità in california

Mappa della siccità in California (Credits: droughtmonitor.unl.edu)

(Leggi anche: In Canada il caldo estremo ha ucciso oltre 1 miliardo di animali marini, cuocendoli vivi)

Nel frattempo molti bacini idrici della California hanno deviato maggiori quantità di acqua verso le città e gli allevamenti durante questo periodo di siccità, rendendo i fiumi ancora più secchi e troppo caldi per lo sviluppo dei pesci: infatti l’acqua ha maggiori capacità di isolamento termico solo se è profonda, e livelli così bassi impediscono un buon isolamento termico per la vita dei pesci. Le uova dei salmoni muoiono prima ancora di schiudersi, se la temperatura dell’acqua supera i 20°C – come sta avvenendo.

Per far fronte alle estreme condizioni della Central Valley, alcune organizzazioni per la tutela dei pesci hanno provato a salvare la popolazione dei salmoni trasferendoli alle baie di San Pablo e di San Francisco: la CDFW annunciato che 1,1 milioni di giovani salmoni provenienti dal fiume Klamath (nord della California) sono stati ricollocati con successo in aree dove le condizioni di vita sono più accettabili.

È concreto, tuttavia, il rischio di perdere l’intera popolazione di salmoni presenti in California se si continua con la pesca intensiva e se la crisi climatica continua ad avanzare, denunciano gli ambientalisti dell’associazione Golden State Salmon.

Fonti: Sacbee, CNN

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook