Il rospo ‘starry night’, considerato sacro per gli indigeni, NON è estinto!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nelle più alte montagne costiere della Colombia esiste uno speciale rospo soprannominato “starry night” (notte stellata) per via del particolare colore della sua pelle che assomiglia a quello dei quadri impressionisti.

Si pensava fosse da annoverare tra gli animali estinti ed invece è stato ritrovato e fotografato. Parliamo dell’Atelopus aryescue, il rospo arlecchino della notte stellata, una specie che non era più stata avvistata dal lontano 1991.

Si tratta di un rospo che si caratterizza per una straordinaria colorazione della pelle, nera lucida con macchie bianche. Queste piccole, speciali creature si trovano in un solo posto al mondo: la Sierra Nevada de Santa Marta, in Colombia, una delle catene montuose costiere più alte e remote sulla terra.

Nonostante per la scienza fosse praticamente estinto, gli indigeni locali sapevano benissimo che in realtà questa specie era ancora lì nel suo habitat naturale.

Di recente alcuni esponenti della comunità indigena Arhuaco di Sogrome si sono uniti ai ricercatori locali per documentare l’esistenza del rospo e le immagini sono state rese disponibili dalla Global Wildlife Conservation.

rospo-arlecchino-notte-stellata

I rospi sono degli animali molto importanti nella vita degli indigeni colombiani tanto da essere considerati sacri. Si ritiene infatti siano “i guardiani dell’acqua” e il loro aspetto indicherebbe una buona qualità dell’acqua e la salute dell’ecosistema verdeggiante e muschioso in alta quota.

Che la specie esista ancora è una notizia fenomenale, considerando che la montagna in cui abita questo originale rospo ospita il più alto numero di anfibi minacciati nel mondo. A decimare gli anfibi è in particolare un patogeno, il famigerato Batrachochytrium dendrobatidis, conosciuto anche come fungo chytrid anfibio, che sta sterminando questi animali in Sud America e in tutto il pianeta. Il fungo virulento ostacola la capacità degli animali di respirare, causando attacchi di cuore e decimando le popolazioni molto velocemente.

Delle 96 specie conosciute di rospi arlecchino, 37 sono potenzialmente estinte. Eppure i rospi della notte stellata sembrano avere una popolazione stabile, almeno per ora.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook