Ricompensa di 38mila dollari offerta per sapere chi ha pugnalato un delfino alla testa

Delfino trafitto, si offre ricompensa

Pugnalare alla testa un povero delfino innocente è davvero una barbarie, ma purtroppo c’è chi non prova alcuna pietà per gli animali dimostrandosi capace di gesti così atroci. È successo nei pressi di Captiva Island, nel sud-ovest della Florida, ma le autorità, tra cui la NOAA, hanno deciso di non chiudere gli occhi.

Per questo hanno offerto una ricompensa di 38.000 dollari a chiunque riveli l’identità dei colpevoli o fornisca informazioni che ne consentano al più presto l’individuazione. Una cifra importante che dimostra quanto sia considerata preziosa la vita degli animali, e nel caso specifico dei delfini, animali pacifici che non fanno del male a nessuno.

Al momento non si sa molto sull’accaduto ma si ritiene che il delfino tursiope, un esemplare maschio adulto conosciuto dai ricercatori della zona, sia stato ucciso mentre elemosinava cibo ai turisti, trafitto con una lancia in prossimità dell’occhio destro, secondo quanto riportato sempre dalla National Oceanic and Atmospheric Administration, NOAA.

L’animale era stato recuperato dalla Florida Fish and Wildlife Conservation Commission alla fine di maggio. Purtroppo, come riporta la NOAA, i casi di delfini uccisi sia con frecce che con armi da fuoco, o anche pugnalati, dal 2002 sono sempre più frequenti.

Ma queste uccisioni sono punite dalla legge con multe fino a 100.000 dollari e un anno di carcere, secondo quanto stabilito dalla legge sulla protezione dei mammiferi marini. Ci auguriamo che i colpevoli vengano individuati e puniti!

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Fonte e Photo Credit: NOAA

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

tuvali
seguici su Facebook