@ ParcoNazionaleGranParadiso/facebook.com

I guardaparco del Gran Paradiso salvano un’aquila reale ferita e probabilmente avvelenata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un’aquila reale con profonde ferite all’ala sinistra è stata salvata dai guardaparco del Gran Paradiso. Non è escluso però che non possa più tornare nel suo habitat naturale.

I guardiani del Parco Nazionale del Gran Paradiso sono stati protagonisti, la scorsa domenica di un salvataggio eccezionale. Dopo la segnalazione telefonica di una turista due guardaparco si sono recati nei pressi di Cerasole Reale (Torino), dove hanno trovato un esemplare di aquila reale posata su una roccia, gravemente ferita a un’ala e impossibilitata a volare. Con la collaborazione di alcune persone del luogo, i due hanno immobilizzato l’animale – troppo debole per opporre resistenza – con delle coperte e lo hanno trasportato alla Casa di Cura Veterinaria Mont Emilius.

L’aquila è purtroppo apparsa sin da subito in condizioni precarie: l’ala sinistra profondamente ferita, sintomi di debolezza, deperimento, ipotermia e disidratazione. Inoltre, sembra anche che l’animale abbia subito un avvelenamento da piombo (una delle principali cause della morte di questa specie). Saranno necessari ancora giorni di cure e trattamenti prima che l’aquila possa tornare a volare e non è ancora sicuro un suo ritorno in natura.

Fonte: Parco Nazionale Gran Paradiso

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook