Come questi sub hanno liberato il baby polpo intrappolato in un bicchiere di plastica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La plastica ha ormai invaso i nostri Oceani e ogni giorno i rifiuti di plastica minacciano la vita nei mari di tutto il Pianeta.

Sempre più di frequente infatti gli animali marini rimangono intrappolati nei sacchetti di plastica e nelle reti o ingeriscono pezzi di plastica che scambiano per cibo.

A volte succede anche che un animale scambi un rifiuto di plastica per un rifugio confortevole, mettendosi nei guai. È ciò che è accaduto a un piccolo esemplare di Amphioctopus marginatus, rimasto intrappolato in un bicchiere di plastica.

Il polpo venato nasce con l’istinto di proteggersi creando case mobili con ciò che trova in acqua: generalmente costruisce il suo rifugio con le conchiglie, ma gli oceani sono così pieni di rifiuti che questo piccolo polpo ha scelto un bicchiere in plastica per trovare riparo.

Mentre le conchiglie offrono una protezione robusta, un bicchiere in plastica trasparente non garantisce lo stesso tipo di difesa e rappresenta un pericolo sia per il polpo sia per l’eventuale predatore dell’animale.
Per un’anguilla, un polpo nascosto in un bicchiere di plastica trasparente sarebbe ben visibile e lo prederebbe facilmente ingoiando anche il bicchiere, provocando la morte del predatore.

Così, un gruppo di sub, dopo aver trovato il polpo a circa 20 metri di profondità nelle acque indonesiane, ha deciso di aiutare l’animale a liberarsi dal bicchiere di plastica e a preferire una più confortevole e sicura conchiglia.

I polpi venati sono famosi per essere molto esigenti in fatto di conchiglie, quindi i sub hanno dovuto fare svariati tentativi prima che il polpo trovasse un rifugio di suo gradimento.

Nel video girato e pubblicato dai sommozzatori, si vede infatti la mano di un uomo che propone varie conchiglie al polpo.
L’animale ne scarta diverse, rimanendo ancorato al suo bicchiere, prima di scegliere la conchiglia adatta, in cui alla fine si accomoda con soddisfazione.

Un video tenero e commovente che testimonia da un lato i danni che le nostre attività stanno causando all’ambiente e dall’altro dimostra la grande sensibilità che alcuni di noi continuano ad avere nei confronti degli animali e della natura.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook