Polifemo, il vitello calabrese nato con 3 occhi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una rara malformazione atipica, formatasi nella fase embrionale, gli ha donato un occhio in più, posto sulla fronte. È un vitellino con tre occhi nato circa venti giorni fa a Strongoli, nel crotonese. Lo hanno chiamato Polifemo, questo piccolo ma forte cucciolo che sta lottando per sopravvivere.

Il terzo occhio, racconta il giornale locale QuiCosenza, sembra non reagire ad alcuno stimolo visivo. Il vitellino ha seri problemi a stare in piedi, probabilmente per un difetto cerebrale legato proprio alla sua rara malformazione. Porta sempre indietro il capo e non riesce a mantenere la sua normale posizione, quindi non so quanto potrà riuscire a sopravvivere. Lo ha spiegato il veterinario che lo segue, il dott. Giuseppe Bruno, a MeteoWeb.

“La cosa particolare di questo caso è che il vitellino ha quest’occhio proprio in mezzo alla fronte, si trova in un posto dove non dovrebbe trovarsi. Tecnicamente si tratta di un’ectopia. Inoltre è un organo soprannumerario, cioè in più rispetto ai due occhi già esistenti. È una cosa straordinaria, per quanto grave”, ha detto il dott. Bruno.

vitellino 3 occhi

vitellino

In realtà, in natura anomalie di questo tipo, che si verificano anche nell’essere umano, non sono poi così rare.

“Può capitare che un animale nasca con due teste, due musi, una volta ricordo un coniglietto nato con un occhio solo o un pulcino con una zampetta sulla schiena, che infatti però è morto il giorno dopo. Sono problemi che si riscontrano durante l’embriogenesi, quando le cellule si stanno differenziando. Nel caso specifico, l’occhio del vitellino non è funzionale, lui da lì non può vedere. L’orbita è vuota, l’occhio si trova sotto, in posizione ventrale verso il muso, però ha degli annessi nervosi e muscolari che se l’occhio viene toccato, lui ha sensibilità, quindi ci sarà una piccola connessione neuro-muscolare su quella parte”, continua il medico.

Polifemo è attualmente allattato artificialmente con un biberon con il latte munto dalla sua mamma e le sue condizioni di salute restano precarie.

Roberta Ragni

Foto e fonte

LEGGI anche:

Il pesce con 3 occhi vicino alla centrale nucleare

Fukushima: la farfalla mutante danneggiata dalle radiazioni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook