Pitbull veglia per 14 ore la sua compagna morta investita

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Veglia per più di 14 ore la compagna morta. Una triste storia d’amore, quella che stiamo per raccontare, che ti spezza il cuore. Siamo a Phoenix, Arizona, sulla trafficatissima South 16th Street, una coppia attraversa la strada. Lei viene investita da un’auto, si trascina fino al marciapiede, dove muore poco dopo. Il compagno fa di tutto per rianimarla e risvegliarla, ma non c’è niente da fare. Se ne è andata. Esausto e distrutto dal dolore, resta al fianco di quel corpo esanimo per ben 14 ore prima che arrivino i soccorsi. Ciò che in questo racconto c’è di ancor più tristemente straordinario è che i suoi sfortunati protagonisti sono una coppia di pitbull. Il maschio, infatti, rimasto solo, non ha voluto saperne di abbandonare la sua compagna, anche se ormai priva di vita.

Lui aveva indosso un guinzaglio blu, segno che potrebbe avere un padrone. Fatto sta che la coppia ha attraversato da sola quella pericolosissima strada dove le auto corrono troppo veloci. E uno di loro non ce l’ha fatta. Il proprietario di un negozio nelle vicinanze, commosso dalla scena a cui stava assistendo, prima ha portato al cane acqua e cibo, poi ha chiamato il dipartimento sanitario, che è arrivato sul posto solo dopo ben 14 ore.

Qualcuno ha scattato anche una foto della scena straziante, l’ha postata su facebook, dove è diventata presto un fenomeno viral, con migliaia di condivisioni sul social network, come spiega il New York Post. Il povero pitbull, nel frattempo, è stato portato in un rifugio e messo in gabbia, ma rifiuta il cibo, è davvero triste e sembra non avere alcuna intenzione di riprendersi.

pitbull2

Secondo i volontari, racconta il Myfoxphoenix, il cane sarebbe in lutto e sarà forse necessario trasferirlo in un’altra struttura più adatta per favorirne la ripresa. Ma sono già in tanti coloro che si sono fatti avanti per un’adozione della dolce codina sommersa dal dolore. “In questo momento non sembra avere problemi comportamentali o di salute“, ha spiegato Rodrigo Silva dell’Animal Care and Control, l’associazione che si occupa degli animali abbandonati, e potrà essere dato in adozione entro 72 ore. La sua triste storia, intanto, ha dato vita a una crociata contro il dipartimento sanitario e la sua inefficienza nel soccorso.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook