Le cucine plastic free che durano una vita

Non è un cane, ma uno dei pipistrelli volanti più carini del mondo: ha la testa (a martello) che ricorda un cucciolo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A primo impatto la sua foto potrebbe sembrare quasi un fotomontaggio, ma il pipistrello dalla testa a martello esiste davvero e vive nelle aree dell’Africa equatoriale

A primo impatto la sua foto potrebbe sembrare un fotomontaggio per via delle sue grandi dimensioni e del suo muso allungato, ma il pipistrello dalla testa a martello esiste davvero e vive nelle aree dell’Africa equatoriale. Il suo nome scientifico – Hypsignathus monstrosus – potrebbe far paura. In realtà, si riferisce soltanto al suo aspetto insolito e, per l’appunto, mostruoso. Questa “spaventosa” creatura è stata d’ispirazione anche per la realizzazione di alcuni francobolli africani.

Sono semplicemente sbalordita dai pipistrelli dalla testa a martello (Hypsignathus monstrosus). – commenta Sarah Olson, direttore associato della salute della fauna selvatica presso la Wildlife Conservation Society (WCS). – Il primo piano di qualsiasi caratteristica, occhio, pelo, naso, orecchio, ala o zampa, è straordinario. I baffi hanno caratteristiche uniche per ogni individuo, e le pieghe nasali e delle labbra dei maschi adulti, forniscono una finitura scultorea all’aspetto generale della testa di alce. Mentre li maneggiamo per raccogliere campioni, mostrano comportamenti precisi che vanno dal docile ma può capitare che tentino di mordere, per questo usiamo guanti spessi di pelle. Come i più grandi pipistrelli africani che si nutrono di frutta(i maschi pesano circa un chilo), sono macchine volanti per la dispersione dei semi, fondamentali per la salute della foresta equatoriale.

Le caratteristiche uniche del pipistrello dalla testa a martello

Come anticipato, il pipistrello dalla testa a martello presenta delle dimensioni maggiori rispetto alle altre specie che vivono nel continente africano. Il cranio è allungato e massiccio, compresso lateralmente ed elevato, mentre la scatola cranica è piccola, rotonda e con la parte posteriore deflessa. Invece, la pelliccia è corta, soffice e abbastanza lanosa.

 

Soltanto gli esemplari maschi hanno teste enormi e particolarmente allungate. Ma perché? Questa insolita caratteristica è dovuta alla presenza di grandi camere di risonanza che servono per amplificare i suoni prodotti per attirare le femmine. I pipistrelli dalla testa a martello hanno un’apertura alare che può raggiungere anche i 75 cm e un peso che può arrivare a circa 400 grammi. Questa specie di mammifero si nutre prevalentemente di frutta. Sebbene i fichi siano il cibo che preferiscono di più in assoluto, mangiano anche banane e manghi.

pipistrello testa martello

@WCS

Il ruolo della specie nella diffusione del virus Ebola

Nonostante non si tratti di animali aggressivi, pare che il pipistrello dalla testa a martello sia uno dei pipistrelli africani che possono contrarre il temuto virus Ebola in modo asintomatico. Tuttavia, ancora gli scienziati devono stabilire se si comporta come ospite accidentale o un vero e proprio serbatoio del virus. 

A parte le minacce per la salute umana, questo virus mortale è collegato a un massiccio calo delle popolazioni di gorilla di pianura occidentale in Congo e Gabon. – spiega la dottoressa Sarah Olson –  Il nostro compito come scienziati è trovare un modo per prevenire le epidemie di Ebola e aiutare a conservare questi pipistrelli per le generazioni future, un pipistrello alla volta.

Fonte: WCS/Facebook

Leggi tutti i nostri articoli sui pipistrelli:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook